Milano supera Cremona con il minimo sforzo, Venezia supera Torino mentre Capo D'Orlando continua a vincere ed è quarta.

Si sono disputate quattro gare in questo pomeriggio di Lega Basket Serie A, giunta all’ottava giornata di ritorno.

Dopo i successi di sabato sera di Trento ed Avellino, con Pistoia e Sassari, e la vittoria nell’anticipo di mezzogiorno di Reggio Emilia sul campo di Pesaro,  si completa quest’oggi la giornata che avrà il suo epilogo nella sfida serale tra Varese e Brescia.

L’EA7 Milano, nel testa coda con la Vanoli Cremona, conferma la sua imbattibilità interna andando a superare i cremonesi per 86-78 nonostante la squadra di Lepore sia rimasta attaccata alla gara per tutti i 40 minuti senza mai crollare nel punteggio. Per l’Olimpia Milano, senza Dragic, Simon, Kalnietis e Fontecchio per infortunio e con il nuovo acquisto Tarczewski in panchina, ci sono 18 punti di Hickman e 15 invece per Abass. In doppia cifra anche Pascolo e Cinciarini, 12 a testa per loro. Per Cremona il top-scorer è Biligha, 16 per lui, 13 invece per Johnson-Odom.

Continua a vincere e sale nuovamente al quarto posto in solitaria la Betaland Capo D’Orlando che supera, in una gara equilibratissima, la Pasta Reggia Caserta per 74-71, in un match deciso soltanto nei minuti finali seppur Capo D’Orlando ha mantenuto la testa della partita per lunghi tratti. Per i siciliani ci sono 22 punti di Ivanovic mentre Iannuzzi ne segna 14 con 8 rimbalzi. Per Caserta, alla prima senza Sosa, partita di grande orgoglio con Watt che ne segna 16 e 14 rimbalzi, 16 anche per Berisha in una squadra che ha patito la mancanza di un playmaker, per cui si va sul mercato.

Terzo successo consecutivo per Cantù che, da quando Recalcati siede sulla panchina, ha fatto percorso netto. La squadra lombarda ha superato 83-77 l’Enel Basket Brindisi al termine di una partita intensa e combattuta  decisa solo nelle giocate finale. Per la Red October altro passo in avanti importante verso la salvezza viste anche le sconfitte concomitanti di Cremona, Pesaro e Caserta. Cantu segna 20 con Johnson, 17 per Dowdell. Per Brindisi, dalla prossima con Sanders, ci sono 17 di M’Baye e 16 per Goss.

Ancora una vittoria per la Reyer Venezia che, grazie ad un primo e terzo quarto favolosi chiusi con un parziale eloquente di 60 a 21, riesce a superare la Fiat Torino per 89-70, nonostante la squadra di Vitucci abbia provato a rientrare nel secondo quarto arrivando fino al -1. Venezia ha toccato anche i 30 di vantaggio. Per la Reyer, che in settimana giocherà in Champions, ci sono 5 uomini in doppia cifra, 17 per Peric, 16 per Mc Gee. Per Torino, senza White, 15 per Washington, 13 per Harvey.