Il centravanti brasiliano ha parlato della sua esperienza svelando un retroscena sorprendente

Uno dei giocatori più forti dell'era moderna che ha vestito la maglia dell'Inter è sicuramente il centravanti brasiliano,  Adriano Leite Ribeiro, per un lasso di tempo, probabilmente, il più forte del mondo, tanto da arrivare ad avere una quotazione intorno ai cento milioni di euro.

Adriano è stato portato in Italia dall'Inter nell'estate del 2001, acquistato dal Flamengo per sette milioni di euro e ha subito fatto vedere le sue qualità decidendo un amichevole prestigiosa contro il Real Madrid e segnando il gol vittoria contro il Venezia all'esordio in campionato, prima di essere ceduto in prestito a gennaio, per poter trovare maggiore spazio. Ed è alla Fiorentina prima, e poi al Parma, dove il brasiliano è esploso definitivamente, tornando poi all'Inter, prendendosi la maglia numero dieci e facendo sognare i tifosi nerazzurri. Ma un episodio ha definitivamente condizionato la sua carriera. A parlarne è proprio lui, intervistato ai microfoni di Tv Globo:

"La morte di mio padre mi ha fatto entrare definitivamente nel tunnel della depressione. Per almeno tre, quattro mesi sono stato davvero male. Non posso dire che l'Inter non mi sia stata vicina, anzi tutti facevano sentire il loro supporto psicologico così come tutta la squadra ma la cosa era molto più grande e molto più forte di me. Così ho deicso di tornare in Brasile e nel 2008 sono andato al San Paolo (in prestito). L'estate successiva sono tornato a Milano perchè il tecnico portoghese, Josè Mourinho, mi ha voluto fortemente ma non era la stessa cosa, non era più come prima, non avevo la stessa forza. Non avevo più la forza mentale per giocare all'estero, volevo tornare in Brasile e stare vicino alla mia famiglia, sentivo tantissimo la mancanza del mio Paese".

C'è da dire che Adriano ha provato un'altra parentesi con il calcio italiano, tornando a giocare in Serie A a luglio del 2010, vestendo la maglia della Roma ma quest'avventura è durata poco più di sei mesi visto che a marzo del 2011 l'attaccante brasiliano è tornato in Brasile per vestire la maglia del Corinthias. L'addio definitivo al calcio è arrivato a maggio del 2016 dopo aver vestito la maglia del Miami United.

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO (il gioco è vietato ai minori di anni 18). Puoi guardare anche gli eventi sportivi in live streaming

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



 Vuoi scrivere per Sportnotizie24? Ecco come entrare a far parte del nostro team - clicca qui