Il tecnico del Bayern ha parlato di Juventus ma anche della nazionale italiana che non vorrebbe allenare

Carlo Ancelotti ha rivelato che sarebbe potuto tornare al Milan. 

L'attuale tecnico del Bayern Monaco, in un'intervista concessa al quotidiano spagnolo Marca, ha spiegato di essere stato vicino al ritorno in rossonero: "L'anno sabbatico mi ha rilassato molto. Ho vissuto bene in Canada. Perché l'anno sabbatico? Perché dopo 20 anni ho pensato che fosse il momento. Sono anche stato sottoposto ad intervento chirurgico alla cervicale ed avevo bisogno di starmene tranquillo due o tre mesi. Ho avuto la possibilità di andare al Milan, ma credo che non fosse il momento di tornare", ha spiegato Ancelotti che ha inserito la Juventus tra le favorite per la vittoria della Champions League:

"Ci sono sette squadre che la possono vincere la Champions League. Tre spagnole, Juventus, Manchester City, Psg e Bayern". Sulla scelta di allenare in Bundesliga inoltre Ancelotti ha detto: "Il cerchio è completo. Italia, Francia, Inghilterra, Spagna e Germania. L'Italia? Può essere. Sono italiano, ma non allenerei la Nazionale. Mi piace il lavoro quotidiano". "Un possibile ritorno al Real in futuro? Certo. Non c'è ragione per non farlo. E' stata un'esperienza molto bella".