L'organizzazione che detta i codici del gioco starebbe pensando ad un cambio radicale delle regole, a partire dalla riduzione del minutaggio

L'Ifab è pronta a rivoluzionare il calcio. Da tempo si sta meditando un radicale cambiamento alle regole del gioco, soprattutto per quanto riguarda i minuti di gioco effettivi.

A spingere verso il mutamento è la stessa organizzazione che prefissa i codici del gioco, secondo cui sarebbe arrivato il momento di passare dai classici 90 minuti di gioco a due tempi da 30 giri di lancetta l'uno con l'ausilio di un cronometro. Dopo aver preso dal tennis l'idea di modificare la sequenza dei tiri dal dischetto come per il tie-break, adesso si sta cercando di mutuare un concetto della palla a spicchi per riformare una sfida in termini di durata.  

Il progetto è ovviamente ancora in fase embrionale e seguirebbe la linea di uno studio che dimostra come la media dei minuti effettivamente giocati in una partita di calcio sarebbero 60 e non 90. La restante mezz'ora - fa notare l'Ifab - viene a perdersi inevitabilmente tra falli, rimesse laterali, cartellini, proteste e festeggiamenti per un goal. Per questo l'obiettivo principale è quello di ridurre il minutaggio al solo scopo di concentrare le fasi del gioco evitando inutili perdite di tempo.

Il tutto fa parte di un unico cambio che favorirebbe la Play Fair Strategy, ossia la strategia per favorire il gioco "pulito" in campoLa Var in questo senso è solo l'inizio: si pensa già ad una serie di accorgimenti quali il cartellino arancione per i falli a metà tra il giallo e rosso, i capitani che sempre più dovranno essere gli unici interlocutori dell’arbitro, la stretta di mano tra allenatori e arbitri a inizio partita, l'espulsione ancora prima del calcio di inizio, la sostituzione extra nei supplementari e l’alternanza dei rigori sopracitata.

Non sono mancati i pareri positivi da parte di personaggi illustri del calcio come Gianfranco Zola, dimostratosi favorevole all'adozione di nuove regole: "Non amo gli stravolgimenti, però stavolta mi sembra un’opzione sensata. Chi vince perde tempo, certe fasi sono un’interruzione continua. Così evitiamo i trucchetti, si gioca e basta".

Il direttore tecnico dell'Ifab David Elleray si è dimostrato invece a favore dell'adozione di una linea radicale che possa giovare al calcio: "Giocatori, allenatori e arbitri sono d’accordo che il futuro del calcio dipenda dal comportamento e dal rispetto mantenuto in campo".  

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Ecco perché:

1 Bonus e offerte sulle multiple migliori (70%)

2 Bet365 offre tanti incontri di calcio e tantissimi eventi sportivi in streaming

Cosa c'e' di meglio se piazzi una scommessa e puoi vedere l'evento sulla quale l'hai piazzata? 

Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO SU BET365

Palinsesto delle partite di oggi e degli eventi sportivi in streaming

DA PC CLICCA QUI (registrazione gratuita)

DA MOBILE CLICCA QUI (registrazione gratuita)



 Vuoi scrivere per Sportnotizie24 e ricevere un compenso? Clicca qui!