Dopo tante parole e polemiche suscitate dal mancato rinnovo di Donnarumma col Milan, a prendere parola è stato il suo agente Raiola

"Adesso parlo io". Si potrebbe intitolare così l'incontro organizzato con i principali media televisivi (non una conferenza stampa), con cui Mino Raiola ha voluto spiegare i motivi del mancato rinnovo di contratto di Gianluigi Donnarumma col Milan.

Il procuratore del portiere diciottenne ha convocato questo incontro nel pomeriggio, nella sua sede di Montecarlo, per chiarire il pensiero di Gigio e le motivazioni che lo hanno spinto a dire no alla ricca offerta di rinnovo contrattuale proposta dal Milan.

Si è fatto un gran parlare in questi ultimi giorni, con tante parole e polemiche che si sono abbattute su Raiola, Donnarumma e la "vecchia" gestione del Milan, per molti decisiva per arrivare a questo epilogo. Ma adesso è arrivato il turno di Raiola, con l'agente che ha preso la parola per spiegare a tutti i contorni della vicenda e le ragioni del no al club rossonero. Ecco le parole riprese da Sky Sport:

"Gianluigi era disposto a rinnovare, era una sua idea. Non andiamo via a parametro zero perchè nella sua testa non c'era nessun dubbio. Da un certo punto in poi lui mi ha detto che non se la sentiva di fare una trattativa o di accettare delle proposte in questo ambiente visto quello che sta succedendo ai suoi familiari e a lui stesso.

Faccio un esempio molto importante: striscione sotto le sede del Milan, una società seria per me difende un suo giocatore e tira via lo striscione. Invece niente: si è sentita anche la mancanza dell'appoggio del Milan".

E ancora l'agente attacca la società rossonera: "Poi l'atteggiamento dei dirigenti rossoneri durante le trattative sul rinnovo, nelle quali di fatto ci hanno minacciato dicendoci che non lo avrebbero fatto giocare e avrebbero provato a stroncargli la carriera in caso di mancato rinnovo: non credo che questa sia la politica migliore da intraprendere se una società vuole rinnovare il contratto a un proprio giocatore".

Raiola punta il dito contro il direttore sportivo Mirabelli: "Prendo io la responsabilità al 100% del mancato rinnovi di Gigio col Milan, ma io e Mirabelli non abbiamo feeling. Siamo su due onde totalmente diverse. Il suo atteggiamento da dirigente non l'accetto, non lo condivido e non glielo permetto".

Poi la conclusione: "Io non ho parlato con nessuna grande squadra, non abbiamo accordo con nessuno. E sicuramente non faremo qualcosa in brevi tempi. Trovo che quello che sia stato fatto fino ad adesso è molto vicino, o è, mobbing"."

TUTTE LE NEWS DEL CALCIOMERCATO ESTIVO 2017

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Ecco perché:

1 Bonus e offerte sulle multiple migliori (70%)

2 Bet365 offre tanti incontri di calcio e tantissimi eventi sportivi in streaming

Cosa c'e' di meglio se piazzi una scommessa e puoi vedere l'evento sulla quale l'hai piazzata? 

Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO SU BET365

Palinsesto delle partite di oggi e degli eventi sportivi in streaming

DA PC CLICCA QUI (registrazione gratuita)

DA MOBILE CLICCA QUI (registrazione gratuita)



 Vuoi scrivere per Sportnotizie24 e ricevere un compenso? Clicca qui!