Arrivano le dichiarazioni dell'Ad Marotta dopo l'impresa di aver eliminato il Barcellona: "Con orgoglio siamo tra le prime cinque-sei d'Europa"

La Juventus è tornata a Vinovo dopo la qualificazione alle semifinali di Champions League ai danni del Barcellona. L'entusiasmo fra i tifosi bianconeri è alle stelle, non potrebbe essere diversamente.

Infatti, quest'oggi davanti al centro sportivo bianconero è stato affisso un nuovo striscione dedicato a Massimiliano Allegri: "Ieri Conte-nti in Italia, oggi Allegri in Europa. Andiamo a comandare".

All'aeroporto di Caselle la squadra è stata accolta da un centinaio di tifosi. Tra i più acclamati sicuramente Gonzalo Higuain e Paulo Dybala che hanno ricevuto l'ovazione dei propri sostenitori. Ma in società il mirino è già spostato su quello che dovrà essere, perchè l'impresa di eliminare il Barcellona è realtà, ma adesso non basta. L'obiettivo è vincere la Champions League. 

Il direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, dalla Lega di Serie A ha parlato dopo la qualificazione alla semifinale di Champions League. Ecco le sue parole riprese da TMW Radio:

"C'è la sicurezza di essersi meritato il passaggio del turno. Ora ci sono tre squadre, ma sottolineo invece come questa qualificazione sia stata giustamente messa in risalto come una grande impresa. Tuttavia non conta niente passare il turno se non sei il vincitore. C'è uno sforzo importante, in concomitanza c'è un mese altrettanto importante con il rush finale dello scudetto che è un obiettivo stagionale... è difficile conciliare tutte le cose. La grande caratteristica è la forte mentalità internazionale, cresciuta nella società, più la scelta di giocatori che rappresentassero questa filosofia.

In tre anni abbiamo avuto due semifinali più quello che è successo a Monaco l'anno scorso. Abbiamo trovato la consapevolezza giusta che in Juventus era un po' scomparsa dopo il ciclone del 2006. Con orgoglio siamo tra le prime cinque o sei d'Europa".

Marotta ha speso anche alcune battute sul futuro di Massimiliano Allegri: "Al di là del mero aspetto formale, di un contratto che scade nel 2018, la riflessione più importante da farsi è che il rapporto con Allegri abbia dato giovamento a tutti. Non intravediamo degli screzi tali da interrompere questo matrimonio. Quando due realtà si trovano d'accordo mi sembra un fatto secondario il fatto di proseguire".

RESTA INFORMATO SULLA CHAMPIONS LEAGUE 2016-2017

Dove vedere gli eventi sportivi in diretta streaming

DIRETTA STREAMING - Un sito consigliato per guardare lo sport in live streaming è Bet365, scopri il palinsesto adesso (registrazione gratuita)