Il colombiano compie una volata straordinaria, e con un numero strepitoso conquista la quarta vittoria al Giro

Da Reggio Emilia a Tortona, la tredicesima tappa di 167 Km, era forse l'ultima a disposizione dei velocisti puri e al termine della quale Greipel lascerà il Giro come fece lo scorso anno per prepararsi al Tour. Prima della partenza, viene annunciato il ritiro di Geraint Thomas comunicato via Twitter dal team Sky per i postumi della caduta sulle rampe del Blockhaus.

Il gallese ha provato a stringere i denti dando tutto e piazzandosi dietro al vincitore della cronometro Dumoulin, ma la spalla e soprattutto il ginocchio nelle ultime ore, hanno creato diversi problemi al capitano Sky, convincendolo a malincuore ad abbandonare la corsa rosa.

La tappa

Come di consueto, anche nella tredicesima tappa, la fuga parte nelle prime battute della frazione. Sono tre i corridori a metterla in atto: Vincenzo Albanese del team Bardiani CSF, il russo Pavel Brutt Gazprom Rusvelo e lo sloveno Matej Mohoric del UAE Team Emirates. Gli inseguitori mantengono altissimo il ritmo con le squadre di velocisti in testa per controllare il margine dei battistrada mantenendolo sempre attorno ai 2 minuti. Al primo traguardo volante di Fiorenzuola, è Albanese a transitare per primo, mentre su quello successivo di Broni, è Brutt a imporsi.

La fuga viene neutralizzata quando mancano 22 km al traguardo; il gruppo si ricompatta preparandosi alla volata finale. Lo Sprint viene lanciato dagli uomini della Bora Hansgrohe, che forma il treno per pilotare e lanciare l’irlandese Sam Bennett. Sulla destra della squadra tedesca, si affaccia la Quick Step con il treno composto da quattro uomini, l'ultimo del quale è la maglia ciclamino Fernando Gaviria. Dopo il curvone a sinistra che immette sul rettilineo finale ai 500 metri, è Sam Bennet a tentare lo scatto. La Bora Hansgrohe prova a chiudere la Quick Step alla transenna destra, ma come un felino Gaviria si infila proprio nel varco a pochi centimetri dalla transenna esplodendo la sua spettacolare e irresistibile progressione andando a rimontare e a battere Bennet che chiderà al secondo posto, e al belga Stuyven terzo. Una curiosità non certo positiva: in questa edizione del Giro, sono ben tredici le tappe senza vittorie azzurre. Non era mai accaduto prima. Nessun cambiamento invece nella generale, dove in rosa resta saldamente Dumoulin.

La quattordicesima tappa

La quattordicesima tappa in programma domani, è attesissima ed è la tappa dedicata a due grandissimi campioni del passato. Sarà infatti il terzo arrivo in salita del Giro numero 100: Partenza da Castellania che ha dato i natali a Fausto Coppi, e traguardo a Oropa, la celebre salita resa indimenticabile dalla meravigliosa rimonta di Marco Pantani al giro del 1999, che ha regalato agli sportivi che l'hanno vissuta, emozioni indimenticabili. Si tornerà dunque a salire in previsione dell'ultima grande settimana dove esploderà la corsa. Per gli uomini di classifica domani, ci sarà la possibilità di attaccare e avvantaggiarsi prima della grande battaglia finale.

CLASSIFICA GENERALE DOPO LA 13A TAPPA

Dove vedere gli eventi sportivi in diretta streaming

DIRETTA STREAMING - Un sito consigliato per guardare lo sport (calcio, basket, tennis e molti altri sport) in live streaming è Bet365.

Scopri il palinsesto adesso delle partite di oggi e degli eventi sportivi in diretta

DA PC CLICCA QUI (registrazione gratuita)

DA MOBILE CLICCA QUI (registrazione gratuita)


 Vuoi scrivere per Sportnotizie24 e ricevere un compenso? Ecco Come fare !