Ordine di arrivo, risultati e tempi live della gara in quel di Singapore, 14° gran premio della stagione di Formula 1 2017. La classifica piloti

Lewis Hamilton trionfa nel Gp di Singapore, approfittando del ritiro dopo pochi metri di Vettel, Verstappen e Raikkonen entrati in rotta di collisione subito dopo la partenza. Una brutta botta per la Ferrari, con le due classifiche piloti e costruttori che vedono la Mercedes in vetta con margine.

Vincitore Gp Singapore 2017: risultati gara e ordine di arrivo | Formula 1, 17 settembre

Ecco la nuova classifica piloti dopo il Gp di Singapore e il ritiro delle 2 Ferrari. Tutto in salita per le Rosse adesso e soprattutto per Vettel, ecco il nuovo punteggio: Hamilton 263, Vettel 235, Bottas 212, Ricciardo 162, Raikkonen 138.

Ore 16:05 - Lewis Hamilton vince il Gp di Singapore, a seguire Ricciardo e Bottas a completare il podio. Completano la top ten Sainz, Perez, Palmer, Vandoorne, Stroll, Grosjean e Ocon.

Ore 16:00 - Mancano 3 minuti alla fine della gara: Hamilton ormai vede il successo molto vicino, con più di 4 secondi di vantaggio su un Ricciardo che deve fare attenzione a Bottas arrivato dietro di lui a 2 secondi.

Ore 15:51 - Mancano 12 minuti alla fine della gara: Hamilton ha 2 secondi di vantaggio su Ricciardo, con l'australiano che a sua volta a 3,2 secondi da gestire su Bottas. A seguire sempre Sainz, Perez, Palmer, Vandoorne, Stroll, Grosjean e Ocon, con Hulkenberg costretto al ritiro.

Ore 15:41 - Ormai i 61 giri non verranno più completati, per il limite orario di due ore. Dunque mancano 22 minuti al termine della gara. Hamilton sempre in testa con Ricciardo e Bottas a completare il podio provvisorio. A seguire Sainz, Perez, Palmer, Vandoorne, Stroll, Grosjean e Hulkenberg.

Ore 15:28 - Giro 39 di 61 - Non c'è pace per questo Gp: incidente per Wehrlein, con la Safety Car nuovamente in pista. Gruppo che si andrà ancora una volta a ricompattare.

Ore 15:17 - Giro 32 di 61 - Hamilton ha cambiato gomme, montando la mescola ultrasoft. Il britannico torna in testa alla gara e il margine su Ricciardo è di ben 9". A seguire c'è Bottas terzo con ben 17" di ritardo dalla seconda piazza.

Ore 15:03 - Giro 26 di 61 - Primi pit stop con l'utilizzo di gomme ultrasoft da asciutto. I primi a compiere questa scelta sono Magnussen e Massa.

Ore 14:58 - Giro 24 di 61 - Hamilton continua a condurre con 4,5 secondi di vantaggio su Ricciardo, poi Bottas a 11 secondi dall'australiano. A completare la top ten troviamo Sainz, Hulkenberg, Perez, Palmer, Vandoorne, Stroll e Grosjean.

Ore 14:44 - Giro 16 di 61 - Hamilton piazza due giri veloci, superiori ai 2 minuti, e allunga subito su Ricciardo. Quasi 3 secondi di vantaggio per il britannico, a seguire Bottas, Sainz, Hulkenberg, Perez, Palmer, Stroll, Vandoorne e Grosjean.

Ore 14:40 - Giro 15 di 61 - Si riparte! Hamilton sempre in testa, con Ricciardo e Bottas a seguire, ma il britannico non ha ancora effettuato il cambio gomme, a differenza dei suoi inseguitori.

Ore 14:32 - Giro 12 di 61 - Ancora Safety Car in pista per l'incidente occorso al russo Kvyat. Tutto da rifare quindi per Hamilton che vedrà il gruppo ricompattarsi prima dell'ennesima ripartenza.

Ore 14:25 - Giro 10 di 61 - Hamilton ringrazia quanto accaduto nei primi metri del Gp del Singapore, potendo andare in fuga sia in pista che nella classifica piloti. Il britannico ha un vantaggio già di 6 secondi su Ricciardo, a seguire Hulkenberg, Perez, Palmer, Bottas, Vandoorne, Sainz, Ocon e Magnussen. C'è il ritiro anche di Alonso.

Ore 14:13 Giro 4 di 61 - Sempre Safety Car in pista, con questa situazione: Ferrai out ripetiamo, con Raikkonen e Vettel fuori causa. In testa c'è Hamilton davanti a Ricciardo, Hulkenberg, Perez, Bottas, Palmer, Vandoorne, Ocon, Sainz e Magnussen.

Ore 14:09 - Niente da fare per Vettel costretto anche lui al ritiro, mentre in pista c'è la Safety Car.

Ore 14:07 - Il tedesco comunque va avanti, ma poi perde il controllo della sua monoposto e va in testacoda distruggendo il muso della Ferrari. In tutto questo, con Raikkonen e Verstappen ritirati, è Lewis Hamilton ad essere clamorosamente in testa davanti a Ricciardo, Hulkenberg e Perez.

Scontro tra Raikkonen, Verstappen e Vettel


Ore 14:04 - Succede già di tutto: Vettel pattina e soffre in partenza, Raikkonen prova a superare Verstappen, ma l'olandese cambia traiettoria in maniera evidente e colpisce il finlandese andando poi anche sul tedesco. Anche quest'ultimo è responsabile, stringendo Verstappen da destra verso sinistra e poi il contatto descritto. 

Ore 14:03 - Si parte! Lo si farà con una pista bagnata

GRIGLIA DI PARTENZA - La griglia di partenza del Gp di Singapore vede la prima fila occupata da Sebastian Vettel e dal giovane olandese Max Verstappen su Red Bull.

Nelle prove ufficiali del sabato grandissima prestazione del tedesco della Ferrariche ha ottenuto la pole position. Il ferrarista ha abbassato il tempo cronometrato nella Q3, sino al finale 1'39"491. Il poleman, come detto, si è lasciato alle spalle Verstappen, staccato di 323 millesimiRicciardo, invece, a 0"349. L'altra Rossa di Raikkonen ha chiuso con un ritardo di circa mezzo secondo dal compagno di squadra. Il leader della classifica Hamilton, invece, a 0"635; Valtteri Bottas, sesto, a +1"319. Tutti i piloti hanno girato con gomme ultrasoft.

Solo in terza fila dunque le due Mercedes, che proveranno una partenza molto aggressiva visto che a Singapore superare in pista diventa impossibile o quasi, se non prendendo rischi molto elevati.

Per Sebastian Vettel l'obiettivo è ovviamente quello di scappare subito via, e fare una gara in fuga solitaria. Una pole che ha sorpreso anche il tedesco, apparso in difficoltà almeno sino alla Q2: "Ho faticato tutto il weekend e anche questa mattina. Anzi, anche nel Q1 non mi sono sentito al massimo, ma al momento giusto io e la vettura siamo cresciuti. Amo questa pista ed aver centrato la pole mi ha fatto veramente urlare di gioia". Sulla gara il tedesco è fiducioso: "La corsa, come sempre a Singapore, sarà complicata ma siamo pronti. Stanotte abbiamo vissuto una notte di duro lavoro, sono convinto che la prossima, invece, sarà molto più leggera. Voglio portare queste sensazioni così intense fino a domani sulla griglia”.

CIRCUITO SINGAPORE - Lungo 5.065 metri prevede una gara composta da 61 giri per una distanza totale di 308.208. Un totale di 23 curve di cui 14 a sinistra e 9 a destra. L'impianto di illuminazione è stato realizzato da una ditta italiana la Valerio Maioli Spa. Dal punto di vista tecnico la sua enorme lunghezza mista ad un elevato numero di curve lente procura un enorme sforzo fisico ai piloti. Non è facile mantenere il ritmo giusto fino al termine della gara, facendo si che il Gp di Singapore è uno dei più impegnativi dell'intero calendario. LA MAPPA

SINGAPORE 2016 - Nella passata stagione sul circuito asiatico a vincere fu il tedesco della Mercedes Nico Rosberg davanti ad un arrembante Daniel Ricciardo e al compagno di squadra Lewis Hamilton. Per le Ferrari beffato Raikkonen proprio dal britannico autore di un sorpasso tramite la strategia ai box, anticipando la sosta di un giro, mentre Vettel chiuse in quinta piazza.

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO. Puoi guardare anche gli eventi sportivi in live streaming

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI           

DA MOBILE CLICCA QUI



 Vuoi scrivere per Sportnotizie24? Ecco come entrare a far parte del nostro team - clicca qui



Resta aggiornato sulla Formula 1