La prima sfida tra i due "amici" Paltrinieri e Detti, negli Assoluti di Riccione 2017, è andata al toscano che ha nuotato la miglior prestazione mondiale dell’anno

Gabriele Detti continua ad imperversare agli Assoluti di nuoto di Riccione 2017. Dopo aver firmato il primato nazionale nei 400 stile libero, togliendo il record a Massimiliano Rosolino, il toscano lascia il segno anche negli 800 stile.

Detti ha così vinto la prima sfida in acqua contro Gregorio Paltrinieri, col campione olimpico del 1500 sl ancora lontano dalla forma migliore. Ma tenere testa a Detti in questo periodo è davvero molto complicato, visto che il 22enne di Livorno ha vinto con grande autorità in 7'41"64, facendo segnare la miglior prestazione mondiale dell'anno.

RECORD EUROPEO SFIORATO - Per 600 metri filati Detti è anche passato sempre sotto il record europeo e italiano di Paltrinieri, ma poi nel finale ha accusato la stanchezza arrivando a meno di un secondo dal limite di Greg (7'40"81). Un tempo fatto segnare ai Mondiali di Kazan 2015 che valse la medaglia d'argento a Paltrinieri dietro il cinese Sun Yang.

Per Paltrinieri invece, dopo una partenza incoraggiante sul 29″ basso, il ritmo nella seconda parte è calato a vista d'occhio, chiudendo in 7'48"89 e comunque centrando la qualificazione per i Mondiali di Budapest. Il risultato minimo per le sua ambizioni, in attesa di affinare la condizione atletica e di gareggiare nei 1500 sl. A completare il podio, sul terzo gradino si è classificato Domenico Acerenza che ha chiuso in 7’59″52.