La Champions League arriva alle semifinali, con la Juventus che adesso ragionevolmente può puntare alla vittoria finale

I quarti di finale di Champions League, come spesso accade, sono un segnale abbastanza importante in chiave vittoria finale. Le quattro squadre che accedono in semifinale sono le quattro più forti del mondo, quelle che andranno a giocarsi il titolo.

Con due partite di distanza dalla finalissima di Cardiff, si hanno già le idee abbastanza chiare su quali siano le qualità, i punti deboli e quelli di forza delle quattro semifinaliste. La notizia è, ovviamente, la presenza della Juventus. Non tanto per la Juventus, quanto per il fatto che dopo ere geologiche il Barcellona si è fermato ai quarti di finale. È vero, questo Barcellona appare parente alla lontana di quello di un paio di stagioni fa, ma resta una rosa di livello assoluto. Per ambire alla vittoria della Champions devi battere le migliori. E la Juventus l’ha fatto, riuscendo a non subire gol in due partite contro attaccanti del calibro di Messi, Suarez e Neymar. 

Se fino a questo momento la Juventus aveva camminato a fari spenti, consapevole delle proprie qualità ma senza proclami, adesso è impossibile nascondersi. La formazione di Massimiliano Allegri è adesso la nuova favorita per la vittoria finale, sia perché hanno eliminato una delle grandi favorite, sia perché è la squadra che ha mostrato fin qui meno lacune rispetto alle altre semifinaliste.

Lo scoglio principale si chiama indubbiamente Real Madrid, che però al di là del nome fa meno paura rispetto a qualche anno fa. In Champions League negli ultimi anni i madrileni hanno dominato, ma hanno faticato oltre misura ad aver ragione ai quarti di finale del Bayern Monaco. E forse, senza qualche svista arbitrale, non sarebbero riusciti a superare il turno. Si tratta di una formazione forte in ogni reparto, ma la difesa rocciosa della Juve sembra in grado di neutralizzare ancora CR7 e compagni.

L’Atletico Madrid è l’eterna outsider. L’altra madrilena non ha avuto fin qui un cammino impossibile ed è forse l’unica squadra che, difensivamente, può dare del filo da torcere alla Juventus, anche perché la lezione in Italia è stata ben appresa da Diego Simeone. L’attacco non regge sicuramente il confronto con quello della Juventus, anche se la stellina Antoine Griezmann rappresenta sicuramente lo spauracchio più temibile.

E veniamo infine al Monaco, la vera sorpresa di questo turno. Dopo aver eliminato agli ottavi il Manchester City, la formazione del Principato ha concesso il bis ai quarti di finale contro il Borussia Dortmund, vincendo sia all’andata che al ritorno. I monegaschi hanno lavorato benissimo sui giovani (Mbappé su tutti, ma anche Bakayoko, Lemar ecc.) che non a caso hanno attirato su di loro le attenzioni di mezza Europa. L’entusiasmo è alle stelle e può far paura. Possono vincere la Champions League? Assolutamente sì. Ma c’è da fare i conti con la Juventus.

Dove vedere gli eventi sportivi in diretta streaming

DIRETTA STREAMING†-†Un sito consigliato per guardare lo sport in live streaming Ë Bet365,†scopri il palinsesto adesso (registrazione gratuita)