Il portiere del Milan prima di partire per Coverciano ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni sul suo futuro

FIRENZE, 20 MARZO - Gianluigi Donnarumma, alla stazione di Firenze prima di partire verso Coverciano in Nazionale, ha risposto alle domande di alcuni giornalisti che gli hanno chiesto del suo futuro con la maglia del Milan. E il portiere rossonero ha rimandato tutto al suo procuratore.

GIGIO VUOLE RESTARE, MA DIPENDE DAL CLOSING"Io spero di restare al Milan perchè da sempre sono milanista", le prime parole di "Gigio" Donnarumma che ha ribadito alla stampa la sua volontà di rimanere in rossonero. Alcuni mesi fa, in un'intervista a La Gazzetta dello Sport, annunciò di avere l'intenzione di diventare una bandiera del Milan e la sua posizione in questi mesi non è per nulla cambiata. Ma serve rinnovargli quanto prima il contratto e i continui rinvii del closing con i cinesi non giovano alla situazione delicata del numero 99 rossonero.

LA PALLA PASSA A RAIOLA - E proprio alla domanda sul rinnovo, Donnarumma ha scaricato la patata bollente nelle mani di Mino Raiola, il suo agente: "Per il rinnovo ci penserà il mio procuratore". Parole chiare che sottolineano come il suo destino sia in mano al suo procuratore e, ovviamente, al Milan. Il portiere rinnoverà non appena si saprà se il closing avverrà o meno e, successivamente, a progetto chiaro. A lungo termine. Perchè la volontà di Gigio di rimanere al Milan potrebbe anche non bastare.

Il tweet di Gigio Donnarumma dopo la vittoria ottenuta in casa col Genoa