Il tecnico della Roma ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara con il Chievo di sabato pomeriggio

“Il campionato lo vince la Juventus, perché è stata la più forte e ha dettato i ritmi del campionato facendosi trovare pronta in tutte le competizioni”. Le parole sono chiare, inequivocabili, pronunciate dal tecnico della Roma, Luciano Spalletti, alla vigilia della gara di Verona con il Chievo.

Il tecnico toscano non si fa illusioni. Nonostante il 3-1 della settimana scorsa che ha ridotto il gap tra le due squadre da 7 a 4 punti, non ci sono possibilità per la Roma di cucirsi sul petto il tricolore. Ci vorrebbe un “miracolo” come lo ha definito Spalletti e per far sì che accada innanzitutto “dobbiamo vincere le prossime due partite – ha detto –. Abbiamo la possibilità di giocare la prossima Champions League. Ci siamo costruiti la possibilità di giocarci nella prossima stagione e non dobbiamo sprecarla. Per noi battere Chievo e Genoa e arrivare secondi sarà come rigiocare il preliminare di Champions perso con il Porto. E' una grande occasione per entrare nella competizione più bella del calcio”.

Se la Juve vincerà lo scudetto, per alcuni potrebbe essere una delusione. Ma Spalletti ammonisce: “Parlare di delusione mi sembra eccessivo. Questa partita ci potrà liberare di qualche brutto risultato e da qualche rimorso. Siamo tutti proiettati verso il secondo posto, abbiamo sempre lottato a denti stretti e non vogliamo perdere questa occasione”.

Spiegando che Edin DzekoÈ a disposizione”, Spalletti ha aggiunto che invece Francesco Totti fa parte della nostra squadra, è il giocatore più importante, è una leggenda, lo è stato e lo sarà ancora. È il simbolo della nostra squadra, però io lo devo trattare come uno importante ma che fa parte di una squadra. Per essere giusto e corretto ho dovuto fare delle scelte ed è capitato che l’ho penalizzato. Io devo tentare di vincere le prossime due partite e nel ragionamento ci metto anche la gestione di Francesco”.

Infine un pensiero sul suo futuro. Il nome è stato associato a Inter e Tottenham, mentre il neo ds giallorosso Monchi aveva detto di voler continuare ancora con lui: “È normale che si facciano nomi per la panchina della Roma, sono tutti nomi che hanno il blasone. La società farà il suo lavoro, anzi lo ha già fatto prendendo Monchi e facendo giocare i migliori. Io devo essere più bravo degli altri se voglio mantenere il posto”.

Dove vedere gli eventi sportivi in diretta streaming

DIRETTA STREAMING - Un sito consigliato per guardare lo sport (calcio, basket, tennis e molti altri sport) in live streaming è Bet365.

Scopri il palinsesto adesso delle partite di oggi e degli eventi sportivi in diretta

DA PC CLICCA QUI (registrazione gratuita)

DA MOBILE CLICCA QUI (registrazione gratuita)


 Vuoi scrivere per Sportnotizie24 e ricevere un compenso? Ecco Come fare !