Larissa Iapichino. L'Italia dell'atletica ha trovato un grande talento

A 15 anni, la figlia della grande Fiona May ha saltato 6,36 metri nel salto in lungo. La mamma si era fermata a 6,30

Larissa Iapichino. L'Italia dell'atletica ha trovato un grande talento

L'Italia ha scovato una nuova stella nel firmamento dell'atletica leggera? È presto per dirlo, ma i presupposti per una grande carriera potrebbero esserci tutti almeno stando a quanto successo nel fine settimana appena trascorso. In sintesi, ai Campionati Italiani indoor di Prove Multiple che si sono svolti a Padova una certa Larissa Iapichino ha saltato 6,36 metri nel salto in lungo. Qual è la notizia, si chiederà qualcuno? Beh, Larissa ha solo 15 anni e con questo salto ha battuto il record italiano juniores che, per i meno informati, di solito realizzano atlete appena sotto i 20 anni.

Larissa ha il salto nel DNA. È figlia di Gianni Iapichino, ex astista di buon livello, e di Fiona May, la pluricampionessa di salto in lungo che dopo aver regalato gloria al proprio paese di nascita, la Gran Bretagna, ha donato lustro dal 1994 anche all'Italia di cui è diventata portacolori per matrimonio. In maglia azzurra Fiona ha conquistato due argenti olimpici oltre a due ori, un argento e un bronzo iridati all'aperto e un oro mondiale indoor, solo per citare i titoli più prestigiosi. Una presenza ingombrante, insomma, che per ora non sembra aver dato fastidio a Larissa, anzi.

In un duello generazionale che, speriamo viva di moltissimi e felici confronti anche in futuro, Larissa ha già fatto meglio di mamma Fiona perché alla stessa età la May aveva raggiunto la misura di 6 metri e 30. In un periodo di profonda crisi per l'atletica italiana, una ventata di aria fresca diventa veramente utile per cercare di rilanciare anche nel nostro paese la regina di tutte le discipline. Mamma Fiona ha ricevuto la notizia mentre ieri era ospite in tv a “Quelli che il calcio...”. Un'iniezione di fiducia anche per lei che, appena qualche giorno fa intervistata da Il Giorno, parlando dello stato di salute dell'atletica italiana aveva detto: “E’ una ferita aperta. L’atletica è stata la mia vita e quando ci penso ci sto male. E sto male soprattutto per il futuro dei giovani atleti che sono tantissimi e di grande talento”. Che sia arrivato il momento di tornare a sorridere grazie alla “piccola” Larissa?

Foto da ultimavoce.it

VUOI VEDERE I CAMPIONATI DI CALCIO E MOLTI ALTRI SPORT IN DIRETTA STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE


RIPRODUZIONE RISERVATA Copyright Sportnotizie24

Protected by Copyscape




News correlate

Torna su