Europei Futsal: esordio azzurro, Italia-Serbia 1-1

Gli azzurri, all'esordio agli Europei di calcio a 5 in Slovenia, pareggiano in rimonta dopo i miracoli del portiere serbo

Europei Futsal: esordio azzurro, Italia-Serbia 1-1

La prima gara del gruppo è stata giocata martedì con il pareggio tra Slovenia-Serbia per 2-2, dopo il doppio vantaggio dei padroni di casa che però si sono dovuti accontentare di un solo punto. L'Italia parte con il pronostico dalla sua contro la Serbia. Tra le fila avversarie torna Peric, che tra l'altro gioca a Napoli nella Serie A italiana e il portiere Aksentijevic, squalificato alla prima partita della manifestazione. La Serbia però deve recuperare le energie dopo la gara dispendiosa a rincorrere di martedì.

Primo Tempo

la prima vera occasione è dopo 3 minuti: punizione dalla trequarti per la Serbia, ottima parata del portiere italiano Mammarella. Passano i minuti ma l'Italia non riesce a creare, continua comunque ad avere un ottimo possesso palla che gli permette di non rischiare nulla in difesa, fino al 7' minuto quando Peric si trova sotto porta, prendendo però solo l'esterno della rete. Un minuto dopo Mago Merlim delizia il pubblico con uno stop e tiro che costringe alla grande parata il portiere serbo; l'angolo però è battuto in modo orribile. Poco dopo è di nuovo il momento di Mammarella che para un tiro deviato. La situazione falli è sull'1-1, nessun problema per entrambe le formazioni; l'Italia continua nel suo possesso sterile. Al 12' Kocic colpisce la traversa dopo una splendida deviazione del portiere azzurro. Al 14' Merlim continua ad essere l'uomo più pericoloso degli azzurri. Passano due minuti senza nulla di fatto, l'Italia che tiene palla senza creare troppo, mentre riesce a non concedere grandi occasioni ai serbi. Nell'ultimo minuto grandissima occasione per Romano che ruba palla e si trova da solo davanti al portiere, però tira fuori. Finisce quindi 0-0 il primo tempo con una buona Italia.

Secondo Tempo

Dopo due minuti cartellino giallo per Honorio che perde palla e deve fermare il contropiede serbo lanciato a rete. 3' minuto di gioco e sono già tre i falli commessi per l'Italia, situazione preoccupante; la punizione dal limite però colpisce la barriera. Primo giallo anche per la Serbia per Rdovanovic, poco prima giallo anche per Ercolessi: situazione falli 1-4. Al 5' Merlim con uno splendido dribbling si libera al tiro, miracolo del portiere serbo. Calcio d'angolo con ottimo schema degli azzurri, ma ancora un miracolo del portiere, che rientra dalla squalifica, dopo aver saltato la prima partita dell'europeo. Al 6' terzo fallo per la Serbia. Altra parata col piede su Ercolessi. Incredibile cosa sta succedendo a Lubiana: ennesima parata di piede per il portiere serbo. 10' minuti di gioco e pareggiata la situazione falli 4-4: ben più dei soli 2 commessi in tutto il primo tempo. Quinto fallo per l'Italia: dalla punizione scaturisce il gol del vantaggio serbo con Tomic. 1-0 Serbia La strada si fa in salita per gli azzurri, che devono subito reagire. Pressione dell'Italia che trova il pareggio al 12' con De Luca, sugli sviluppi di una rimessa battuta da Honorio a favore di De Luca, che conclude e batte finalmente il portiere. 1-1! Passa un minuto e c'è il miracolo di Mammarella che salva la situazione. Time out a due minuti dalla fine con il risultato sempre in parità. La Serbia spende l'ultimo fallo ad un minuto dalla fine. Finisce nel nulla l'ultimo attacco azzurro, e termina la partita sull'1-1.

La classifica recita quindi Serbia 2, Italia e Slovenia 1, passano le prime due del girone, sabato sera la sfida decisiva tra l'Italia e i padroni di casa della Slovenia.


RIPRODUZIONE RISERVATA Copyright Sportnotizie24

Protected by Copyscape




News correlate

Torna su