WRC Rally di Svezia, seconda giornata: Neuville tiene il comando

Neuville incrementa il vantaggio su Breen e Mikkelsen, tre Hyundai nelle prime quattro

WRC Rally di Svezia, seconda giornata: Neuville tiene il comando

Seconda giornata svedese che non regala particolari sorprese, le Hyundai si confermano ai vertici, a tenere il loro passo solo le Citroen, mentre le Toyota migliorano le loro prestazioni ma il gap accumulato non le consentono di sperare nella vittoria; ancora lontanissime le Ford.

 

Risveglio della Toyota

Prima prova della mattinata, la PS9 di questo rally svedese, è lunga circa 20 km e segna il ritorno in testa della Toyota e il ritorno soprattutto di Tanak dopo una deludentissima prima giornata. Alle sue spalle la Citroen di Breen a 4 secondi, e poi le altre due Toyota di Latvala e Lappi; Neuville e Mikkelsen pagano entrambi circa 8 secondi di ritardo mentre è notte fonda per la M-Sport Ford, con i suoi tre piloti ultimi tra i dodici top driver. La PS10 lunga 23 km conferma il buon inizio di giornata per Tanak che prova a recuperare terreno nella generale; questa volta le prime posizioni sono monopolizzate dagli alfieri Toyota, con sempre i due finlandesi alle spalle del leader, ancora a circa 4 secondi. Perde terreno Neuville a 9 secondi, ma ne perde di più Mikkelsen a 18, che ora è più staccato nella generale; anche Paddon che completava ieri la tripletta Hyundai nella generale perde terreno. La PS11, più corta composta di soli 14 km, segna il risveglio del campione del mondo Ogier, terzo e finalmente competitivo, dietro a Neuville e Tanak; causa la ridotta distanza di questa speciale i distacchi sono molto contenuti, basti pensare che Latvala decimo paga solo 6.8 secondi. Si concludono quindi le prove mattutine che segnano il cambio di posizioni nella generale alle spalle di Neuville: infatti ora secondo c'è la Citroen dell'ottimo Breen a 6 secondi, a 17.6 Mikkelsen, Paddon 19.2, poi più staccati Ostberg e Lappi. Ogier ancora undecisimo a 3 minuti dal leader e a più di un minuto dal decimo posto di Meeke.

Neuville in controllo

La PS12  apre il pomeriggio svedese, facendo registrare l'acuto di Breen, sempre più competitivo con la sua Citroen, marcato stretto da Neuville che chiude 1.3 secondi dietro; Paddon e Mikkelsen accrescono il pressing Hyundai con sempre i suoi 3 piloti nella top4 della generale al momento. Le Toyota dopo le ottime prove in mattinata sono attardate di 5 secondi per Lappi, 7 Tanak, 14 Latvala ormai fuori dai giochi per la vittoria finale; torna la crisi per Ogier a 29 secondi e ancora una volta ultimo dei primi 12. I 24 km della PS13 iniziano a scremare il gruppo dei papabili vincitori di questo rally: primo Neuville che consolida il primo posto, coi soliti noti dietro, Mikkelsen, Breen e Paddon. Crollano gli altri, Lappi e Ostberg prendono 13 e 15 secondi, Ogier prende 30 secondi ma avvicina in classifica Tanak che ha problemi e chiude a 2 minuti, mentre problemi ancora più gravi per Meeke che cede 6 minuti e lascia il decimo posto generale a favore del campione francese. Anche la PS14 viene vinta da Neuville che guadagna altri 4 secondi sul duo alle sue spalle nella generale, Breen e Mikkelsen. E' quindi tempo della superspeciale di poco meno di 2 km, che non va a cambiare praticamente nulla della classifica: per la cronaca se la aggiudica Tanak, ma con distacchi inferiori al secondo per i primi 5. L'ultima speciale di giornata è la PS16 di solo 4 km, ed è sempre Neuville a chiuderla in testa guadagnando altri 3 secondi su Breen; male Paddon che accusa ben 8 secondi in una prova molto breve.

 

 

CLASSIFICA TOP TEN – DAY 2

  1. Neuville-Hyu

  2. Breen-Cit +22.7

  3. Mikkelsen-Hyu +32.0

  4. Paddon-Hyu +48.6

  5. Ostberg-Cit +56.8

  6. Lappi-Toy +1:05.8

  7. Latvala-Toy +2:03.3

  8. Suninen-Ford +2:20.5

  9. Tanak-Toy +3:41.3

  10. Ogier-Ford +4:24.9

 



News correlate

Torna su