Alps Hockey League, iniziano i Playoff: riepilogo gara 1 dei quarti

L'AHL giunta alla seconda edizione, entra nel vivo della post season con l'inizio delle serie dei quarti

Credits Foto: pagina facebook Alps Hockey League

Credits Foto: pagina facebook Alps Hockey League

Il Renon Rittner Buam va a caccio del secondo titolo in AHL dopo il primo successo storico dello scorso anno, iniziando male la serie però. Quest'anno si è alzato il livello e l'Asiago è pronto a dar battaglia dopo la deludente final fuor scudetto disputata in casa. Da tener d'occhio anche Jesenice e Val Pusteria che protrebbero regalare sorprese.

Jesenice-HK Olimpija Lubiana 4-3

Derby sloveno tra la terza e la sesta classificata in regular season; i padroni di casa partono ovviamente con i favori del pronostico e dopo un primo tempo concluso in parità grazie al pareggio ospiti a due minuti dalla sirena, il secondo tempo si apre con il 2-1 dopo 50 secondi. Non tarda ad arrivare anche il 3-1 che mette sicurezza, al 6 minuto di gioco. L'Olimpia non riesce a reagire e in apertura di terzo tempo subisce dopo soli 14 secondi il gol del 4-1 che chiude psicologicamente la gara. Il Lubiana prova a riaprirla con il 4-2 al 7 minuto, e la rimonta sembra possibile con il terzo gol al 15'; la difesa di casa però resiste alle ultime offensive e porta a casa il primo punto nella serie, vincendo 4-3.

Feldkirch-Val Pusteria 0-2

Lo scontro sulla carta più equilibrato essendo la sfida tra la quarta e la quinta; in effetti le due squadre si equivalgono per la gran parte del match, dato che sia il primo che il secondo tempo finisco a reti bianche. A sbloccare la situazione ci pensa Oberrauch dopo 4 minuti di terzo periodo, portando avanti gli ospiti di Brunico; Oberrauch si ripete al 8' siglando la doppietta che risulterà poi decisiva per strappare subito il fattore campo agli austriaci del Feldkirch. Val Pusteria che si mostra quindi molto solido in difesa grazie allo shutout di Tragust, e ora avrà dalla sua il fattore campo per dare seguito all'ottima vittoria esterna.

Renon-Salzburg Aka 1-3

I campioni in carica del Renon regalano la prima vera sorpresa dei quarti di finale: la sorpresa è in negativo vista la sconfitta interna contro la seconda squadra del Red Bull Salisburgo. Renon che si mostra debole in attacco non siglando nemmeno in gol nei primi 40 minuti di gioco, e lascia anche spazio all'offensiva ospite. Gli austriaci passano in vantaggio al 16' con Soramies, e nel secondo periodo allungano sul 0-2 con Wachter al 8'. Il Renon sfrutta il powerplay a 3 minuti dalla sirena finale, realizzando con Frei il gol che accorcia le distanze; però negli ultimi secondo con la porta sguarnita il Salisburgo sigilla il colpaccio esterno e il vantaggio nella serie.

Asiago-Vipiteno 7-5

Il derby italiano dei quarti di finale mette di fronte la prima della classe contro l'ottava in regular season, però nella final four scudetto Vipiteno tenne testa ai futuri campioni del Renon, mentre l'Asiago si sciolse in casa contro il Val Pusteria. In questi palyoff la vittoria del titolo diventa quasi un obbligo per i veneti che infatti partono forti, andando sul 2-1 nel primo periodo e iniziando il secondo con ben due gol di Scandella, tripletta per lui, nel giro di 2 minuti e mezzo; a chiudere il discorso Gellert in powerplay al 11' per il 5-1 a metà del secondo parziale. Un powerplay negli ultimi minuti però regala il 5-2 che da fiducia, e gli ospiti nel terzo periodo spaventano tanto l'Asiago che subisce nel giro di un minuto tra il 6 e il 7 minuto i gol che portano il risultato sul 5-4. Casetti allunga di nuovo la distanza al 13'; Vipiteno che però non molla e segna il 6-5 a 3 minuti dalla fine dell'incontro, arrendendosi un minuto più tardi subendo il 7-5 finale.

VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO, MA ANCHE TANTI ALTRI SPORT IN LIVE STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE   

ULTIMI VIDEO SPORT



News correlate

Torna su