IHL e EBEL: Milano vince ad Appiano, il Bolzano sbanca ancora Klagenfurt

Prima gara della serie di semifinali sul campo di Appiano e Merano, mentre Bolzano in gara 5 strappa ancora il fattore campo.

Credits Foto: pagina facebook Alps Hockey League

Credits Foto: pagina facebook Alps Hockey League

Grande prova del Milano sul ghiaccio di Appiano: dopo 6 sconfitte consecutive esterne i rossoblu tornano alla vittoria e lo fanno nella prima gara di semifinale. Ottima anche la prova del Pergine che costringe ai rigori il Merano, mentre in Ebel il Bolzano è ancora una volta corsaro vincendo nei tempi supplementari gara 6.

Appiano-Milano 2-5

La sfida che l'anno scorso è valsa il titolo della ex serie B, quest'anno denominata Italian Hockey League, e della Coppa Italia 2018, si ripropone in queste semifinali con il fattore campo a favore della squadra seconda nel master round, ovvero l'Appiano. Nel primo periodo le squadre si studiano e non colpiscono, facendo presagire una serie all'insegna dell'equilibrio tra le due fazioni; 0-0 dopo i primi venti minuti nonostante le 4 penalità, due per parte, assegnate dagli arbitri. Il secondo periodo regala ben altre emozioni, con il vantaggio ospito di Terzago al 4'; padroni di casa che accusano il colpo e subiscono al 10' e al 14' altri due gol con Borghi e Perna a centrare la porta. Ceresa a due minuti dalla sirena riporta in partita i suoi siglando l'1-3, con un Milano lontano parente delle ultime brutte prestazioni esterne. Il terzo periodo si apre ancora con un gol dopo 4 minuti di gioco, sempre del Milano, sempre di Terzago; questa volta però l'Appiano non sbanda e sigla subito il 2-4. Nel terzo periodo Milano contiene e colpisce ancora con Perna per il definitivo 2-5 che fa saltare subito il fattore campo.

Merano-Pergine 7-6 dcr

Sfida dal pronostico abbastanza chiaro prima di scendere sul ghiaccio, con i padroni di casa ampiamente favoriti per conquistare un posto in finale. Partita ricca di gol ed emozioni già nel primo periodo: bastano 3' al Merano per andare sull'1-0 con Ansoldi, mentre al 12' pareggia Ambrosi. Nel finale al 18' Gruber riporta avanti i padroni di casa, che chiudono 2-1 la prima frazione. Un minuto e mezzo di gioco e Merano sul 3-1 ma da qui in poi cambia totalmente lo spartito: tra il 5' e il 14' il Pergine trova le reti che portano al pareggio e al vantaggio spaventando non poco i padroni di casa. Nel terzo periodo tocca addirittura il +2 con il 3-5 siglato da Mondon al 5'. Negli ultimi 12 minuti poi succede di tutto: Thaler al 47' fa 4-5, Ansoldi al 52' pareggio spostando totalmente l'inerzia del match; Willeit al 56' completa la rimonta casalinga, con il gol che sembra mandare i titoli di coda, ma il Pergine resuscita e pareggio con la doppietta di Presti al 58': 6-6 e tempi supplementari, che non regalano gol. Ai rigori la spunta il Merano segnando due gol a zero con quattro tiri.

Klagenfurt-Bolzano 2-3 dts

In Ebel è tempo di gara 5 sul ghiaccio austriaco del Klagenfurt, in una serie tiratissima e in costante equilibrio; nelle prime quattro partite nessuna squadra ha mai fatto più di 3 gol, e nessuna ha mai vinto con due di scarto: gara 5 non fa eccezione. Si comincia con i primi 20 minuti senza nessun gol, punteggio stabile sullo 0-0. Dopo 47 secondi del secondo periodo però, il Bolzano passa in vantaggio con Petan; i padroni di casa rispondono subito con Hunderpfund al 5 minuto per l'1-1 su cui le squadre andranno nuovamente al riposo. L'ultimo decisivo parziale vede prima il Bolzano tornare in vantaggio con Miceli al 6', poi l'immancabile gol negli ultimi minuti a prolungare la sfida ai supplementari: pareggio al 16' di Bischofberger in powerplay. Nel supplementare è un grande Bolzano che chiude in difesa il Klagenfurt per 4 minuti fino a trovare il gol decisivo di Monardo; ora gara 6 a Bolzano per fare l'impresa e conquistare le semifinali.



News correlate

Torna su