Andy Murray e l’infortunio all’anca: lo scozzese si rivede agli Australian Open?

L’ex campione di Wimbledon potrebbe tornare in campo dopo una lunghissima assenza.

Andy Murray e l’infortunio all’anca: lo scozzese si rivede agli Australian Open?

Il 2017 è stato un anno molto complicato per Andy Murray:  il tennista scozzese non scende in campo da Wimbledon, quando perse al quinto set la battaglia ai quarti di finale contro Sam Querrey. Da quel momento Andy ha deciso di saltare la stagione sul cemento americano per presentarsi in condizioni accettabili agli US Open.
A ridosso del torneo americano però, è arrivato l’annuncio dell’assenza forzata nell’ultimo slam stagionale, con un messaggio che lasciava presagire la conclusione anticipata del suo 2017: “Sfortunatamente non sarò in grado di giocare nei prossimi tornei di Pechino e Shanghai e, molto probabilmente, gli ultimi due appuntamenti della stagione a Vienna e Parigi a causa del mio infortunio all'anca che mi tormenta da qualche mese. Dopo aver consultato degli specialisti nell'ultima settimana, assieme al mio team abbiamo deciso che quella di fermarsi è la scelta migliore per il mio futuro a lungo termine. Anche se è stato un anno frustrante sul campo per tante ragioni, sono convinto che dopo questo periodo di riposo prolungato sarò in grado di tornare ai miei livelli migliori, competendo per vincere i tornei dello Slam il prossimo anno”.
In quel momento Murray non aveva fatto riferimento alle Finals di Londra e da più parti c’era la speranza di poterlo rivedere nel torneo di fine anno. Le cose invece sono andate diversamente e il tennista scozzese ha concluso il 2017 con 25 vittorie, 10 sconfitte e un solo titolo, quello vinto lo scorso 4 marzo a Dubai contro Fernando Verdasco.

RITORNO AGLI AUSTRALIAN OPEN? – Nel Regno Unito in questo momento c’è grande fibrillazione sul tema riguardante le reali condizioni di Andy Murray. Il tennista scozzese sarebbe dovuto arrivare in Australia per giocare il doppio all'Open di Brisbane, che prenderà il via dal 1° gennaio. In realtà Murry si trova ancora nel Regno Unito ed il suo nome non compare nell’elenco dei doppisti del primo torneo stagionale e tutto ciò sta provocando grande preoccupazione da parte dei sostenitori dell’ex numero uno del mondo.
Da più parti infatti si comincia a ventilare l’ipotesi di un Murray che potrebbe saltare anche il primo Slam stagionale, ma in realtà la mancata partecipazione dell’ex campione di Wimbledon all’Open di Brisbane potrebbe essere dovuta anche a motivi che nulla hanno a che fare con il tennis (la moglie Kim ha avuto il secondo figlio a inizio novembre e Andy potrebbe aver deciso di trascorrere qualche giorno in più in famiglia).
Di certo, partecipare ad un vero torneo prima di prendere parte agli Australian Open sarebbe stata la scelta migliore per Murray, con il tennista scozzese che non vede l’ora di tornare in campo, lasciandosi alle spalle un 2017 davvero sfortunato.
L’ultima apparizione dell’ex numero uno del mondo su un campo da tennis – al di fuori delle partite ufficiali – risale allo scorso 7 novembre in occasione del match di beneficenza contro Roger Federer a Glasgow, dove però Murray non era di certo apparso in grande forma. La speranza di tutti i suoi tifosi è che Andy si presenti a Melbourne in condizioni diverse, con la concreta possibilità di tornare a competere ai massimi livelli.



News correlate

Torna su