Basket, Tanjevic nuovo direttore tecnico dell'Italia: "C'è da cambiare tanto"

Una nuova sfida per Bogdan Tanjevic, il quale sarà il nuovo direttore tecnico delle squadre nazionali italiane di basket

Il basket italiano aveva bisogno di una scossa, per provare a rinverdire vecchi fasti e cancellare alcune pagine negative viste in questi ultimi anni (come ad esempio la mancata qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016).

E per farlo la Federazione Italia ha deciso di partire dalle fondamenta, operando un cambio abbastanza netto e riscoprendo il ruolo di direttore tecnico. Per questo nuovo incarico è stato scelto un profilo di grandissima esperienza come Bogdan Tanjevic, per tutti Boscia, il tecnico che portò l’Italbasket sul tetto d’Europa nel lontano 1999 a Parigi.

Dopo aver guidato il Montenegro nell'ultima edizione dell'Europeo di quest'anno, Tanjevic ha deciso di lasciare la panchina per dedicarsi cuore e anima al basket italiano in altre vesti. La pallacanestro italiana fatica a far emergere i talenti, anche per via dei tanti stranieri in campo ne vari campionati professionistici, senza peraltro riuscire ad imporsi in campo Europeo né a livello di club che di Nazionali.

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, a margine del Consiglio Federale andato in scena venerdì, Tanjevic ha subito precisato:

“Dobbiamo cominciare dai giovani e dalla base. Vedo cose incredibili in campo, ragazzi che neppure sanno fare il terzo tempo. Il tiro non lo voglio neppure nominare. Il lavoro è lungo ma bisogna partire al più presto. Mi hanno insegnato che bisogna rischiare sempre, sempre. Fatevi un giro in Europa, i migliori ventenni hanno già due-tre stagioni da 20 e passa minuti nei loro club. Da noi i tempi sono tutti più lunghi, si arriva in Nazionale tardi. E’ chiaro che così non si puà più andare avanti”.

Detto questo, Tanjevic ha puntato anche il dito contro il format della Serie A, in cui gli stranieri sono davvero troppi:

“Ha delle regole davvero orribili, da cambiare al più presto. Sarebbe la soluzione migliore avere due italiani fissi in campo ma mi rendo conto che è di difficile attuazione. Si potrebbe puntare ad una riduzione graduale degli stranieri. Oggi i tre extracomunitari e i quattro comunitari giocano spesso con 7 americani, un’assurdità. Mediamente vengono utilizzati 8 giocatori in ogni squadra, al massimo nove. Quindi, gli italiani non giocano mai. E’ qui che bisognerà intervenire. Si potrebbero intanto proporre 6 stranieri senza distinzione e 6 italiani. Quindi, diminuirli di uno a stagione per due anni per andare a regime con 4 stranieri e 8 italiani...".

Foto: @Italbasket

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO (il gioco è vietato ai minori di anni 18). Puoi guardare anche gli eventi sportivi in live streaming

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



 Vuoi scrivere per Sportnotizie24? Ecco come entrare a far parte del nostro team - clicca qui





News correlate

Torna su