Dario Scuderi sogna con il Borussia Dortmund dopo 9 operazioni e il rischio amputazione

Il 20enne di Paternò si era infortunato nel 2016 e la sua storia aveva mobilitato anche grandi campioni come Totti e Neymar

Dario Scuderi, Borussia Dortmund - Foto bundesliga.com

Dario Scuderi, Borussia Dortmund - Foto bundesliga.com

Dario Scuderi è un nome che agli appassionati di calcio forse dirà poco ma è un grande eroe al pari di fuoriclasse che hanno scritto pagine indimenticabili di questo sport. Una storia che merita di essere raccontata perché Dario è uno di quelli che non mollano mai, un esempio da far conoscere visto che nel settembre 2016 il ragazzo di Paternò, oggi 20enne, si era infortunato gravemente subendo poi 9 interventi chirurgici e rischiando addirittura l'amputazione di una gamba. Scuderi non ha mai smesso di faticare e ora è tornato a correre con quel sogno sempre vivo: diventare un calciatore professionista.

IL FATTACCIO

Era il 14 settembre del 2016 e durante la partita di UEFA Youth League fra il suo Borussia Dortmund e i polacchi del Legia Varsavia, all'esterno di origine catanese gli si girò il ginocchio sinistro con tanto di doppia rottura del crociato, del menisco e dei legamenti, oltre alla lesione dei legamenti della caviglia. Un ginocchio completamente sbriciolato uscito dall'articolazione, il sangue che faceva addirittura fatica a fluire e una situazione clinica drammatica che aveva costretto i medici ad un'operazione d'urgenza con il rischio estremo di dover amputare l'arto. Fu la prima di 9 operazioni.

IL LUNGO RECUPERO

Scuderi è stato considerato da sempre un giocatore di enorme talento e il Borussia Dortmund stava già valutando un passaggio alla prima squadra e un contratto da professionista. Dario aveva già vestito anche la maglia della nazionale azzurra collezionando 2 presenze con la selezione Under 19. Tutto sembrava ormai finito e invece Scuderi non ha mai smesso di crederci come ha raccontato al periodico tedesco Ruhr Nachrichten: "Quando ho cominciato gli studi in Management dello Sport in molti hanno scritto che lo avevo fatto perché la mia carriera era finita, ma io non mollo".

L'ALTRA VITA DI DARIO

Nel fratttempo Scuderi ha dovuto organizzarsi per creare un 'piano B'. Quell'infortunio ha infranto i suoi sogni di calciatore anche se oggi è tornato a correre. Il desiderio di vestire la maglia del Borussia Dortmund è ancora forte, ma bisogna anche guardare la realtà e pensare a cosa voler fare da grandi se non fosse possibile tornare a giocare. E così un bel giorno il giovane siciliano si è presentato alla porta di Hans Joachim Watzke, amministratore delegato del Borussia Dortmund, per richiedere un prestito e pagarsi gli studi. Il club quel prestito gliel'ha rifiutato perché ha deciso di sobbarcarsi appieno le spese di Scuderi per frequentare un corso di Management dello Sport. E chissà che un giorno non possa entrare a far parte dello staff dirigenziale del club.

I GRANDI CAMPIONI

Questa storia ha toccato il cuore di molti grandi campioni. Francesco Totti, Andres Iniesta e Neymar gli hanno lasciato dei videomessaggi su Instagram ed è proprio su Instagram che di recente ha pubblicato un video in cui si mostra in allenamento in palestra mentre lavora al potenziamento dell'arto infortunato. Ha scritto di voler rendere possibile l'impossibile e noi gli auguriamo vivamente di farcela.

Bundesliga, il Bayern dilaga contro il Dortmund

I numeri e le curiosità dell'ultima giornata di Bundesliga giocata, dove il Bayern ha vinto per 6-0 contro il Borussia Dortmund.



News correlate

Torna su