William Hill IT Italiano

Bye Bye mr. President – il West Bromwich allontana John Williams

Dopo l’ennesima sconfitta subita in premier league il club ha subito una vera rivoluzione.

Bye Bye mr. President – il West Bromwich allontana John Williams

Ore di tensione tra Londra e Birmingham in casa West Bromwich dopo la sconfitta perpetrata lunedí contro il Chelsie per tre reti a zero e che ha certificato l’ultima posizione del club.

 Infatti dopo la disfattta contro la squadra allenata dall’italiano Antonio Conte la società ha annuciato l’allontanameto del presidente in carica dal 2016 (anno di aquisizione del club da parte di un fruppo cinese) John Williams e dell'amministratore delegato Martin Goodman.

Sul sito ufficale del club si leggono le seguenti parole: "La decisione è un atto dovuto in seguito agli scarsi risultati sportivi di questa stagione. Ringraziamo tuttavia John e Martin per il loro lavoro e auguriamo il meglio per il futuro"

Infatti dopo 27 giornate il WBA è ancora fanalino di coda con soli 20 punti conquistati in questa stagione di premier league che se in vetta non ha molto da raccontare in coda regala e regalera emozioni e sofferenze sino a fine stagione.

Il Manchester City infatti primeggia a 72 punti con un rullino di marcia ipressionate (23 vittorie, 3 pareggi ed una sola sconfitta) a 16 punti dalla concittadina Manchester United seconda della lista e 18 dal Liverpool.

La situazione è opposta in coda alla classifica dato che se il West Bromwich è staccato di 7 punti dal’ultimo posto utile per salvarsi per il resto troviamo 7 squadre nel lasso di soli 3 punti.

Infatti i tifosi dello Stoke City e del Southampton se virtualmente finisse oggi il campionato dovrebbero prepararsi ad una stagione di Football League Championship ma guardando al polso e alla classifica possono ancora sperare visto che Huddersfield Town, Swansea City e Crystal Palace rispettivamente disasettesimo, sedicesimo e quindicesimo a un punto e Brighton & Hove Albion e Newcastle a due dal iciottesimo posto e quindi dalla retocessione.

A proposito di Premier League e di rivolzioni sono state asseganti i diritti televisivi per il triennio 2019/2022 per la cifra record (paragonato ai valori della Serie A Italiana) di 4,6 miliardi di sterline per la trasmissione di 160 partite suddivise in 128 sfide live sui canali SKY e 32 sui canali BT Sport.

I canali sportivi di proprietà della società telefonica britannica trasmettera 32 match del sabato alle 12:30 metre Sky trasmetterà 24 gare del lunedí alle 20 o venerdí delle 19, 32 sfide del sabato alle 17:30, 8 gare del sabato alle 19:45 e 64 sfide della doamnica alle 14 e 16:30. È tutti gli atri match? Facile, si va allo stadio.

 Questo fine settimana però la Premier League riposa a favore della coppa più antica del mondo, infatti la FA Cup arrivata al quinto turno di sfida già venerdí vedrà scontrarsi il Leicester City e lo Sheffield United e tra Chelsie e Hull City e che proseguira per tutto il fine settimana con sfide particolari come quella tra Sheffield Wednesday (Championship) e Swansea City (PL) o tra Brighton & Hove Albion (PL) e Coventry City (League two)

 Si potranno seguire le sfide più importanti di questo antico trofeo sui canali Fox Sport (204,205) sulla piattaforma satellitare SKY o sulla piattaforma streaming Now TV.

 

 



News correlate

Torna su