Ecco il format del nuovo Mondiale per club: 24 squadre ogni 4 anni

Il torneo con cadenza annuale lascerà spazio a una manifestazione più ricca e qualitativamente più interessante

Sergio Ramos e il trofeo del 2017 - Reuters

Sergio Ramos e il trofeo del 2017 - Reuters

Dal 2021 il "Mondiale per club" cambierà volto. La Federazione Internazionale ha preparato il nuovo format che verrà sottoposto all'approvazione del Consiglio Fifa di giugno, alla vigilia dei Mondiali russi. Il tradizionale torneo di fine anno, che ha sostituito nel tempo la Coppa Intercontinentale, a cui prendono parte le squadre che hanno vinto la Champions Legue nelle rispettive confederazioni più una rappresentante del Paese ospitante, lascerà spazio a un torneo con 24 formazioni suddivise in 8 gironi da tre che si giocherà in 18 giorni. E non si giocherà ogni anno come accadeo oggi ma ogni quattro.

INTROITI, FORMAT E POSTI ASSEGNATI

Ci sarà un calo del 35% delle partite a livello di club mentre il 75% degli introiti, che nelle previsioni della Fifa si attesteranno fra i 525 e gli 800 milioni di euro, finirà direttamente nelle casse delle società partecipanti. Una rivoluzione quasi necessaria visto che ormai l'attuale format non ha più appeal: in nove nelle ultime dieci edizioni ha sempre vinto una squadra europea e la collocazione a dicembre condizionava i calendari dei principali campionati. A mettere mano al nuovo Mondiale per club ci ha pensato Zvonimir Boban, vicesegretario generale della Fifa. La prima edizione è prevista nel 2021, fra giugno e luglio. Vi prenderanno parte 24 squadre: le prime classificate di ogni girone accederanno alla fase a eliminazione diretta con quarti, semifinale e finale. In tutto 31 partite ogni 4 anni contro le attuali 48 col format attuale. I posti verranno assegnati secondo l'importanza economica e sportiva delle varie Confederazioni: 12 squadre per l'Europa, 4/5 per il Sudamerica, 2 per l'Asia, 2 per l'Africa, 2 per il Nord-Centro America, 0/1 per l'Oceania più un posto per il paese ospitante.

SQUADRE EUROPEE E SUDAMERICANE

Guardando a quelle che sono le aree da cui dovrebbero arrivare le squadre più accreditate, l'Europa sarà rappresentata dalle squadre vincitrici e finaliste della Champions 2018, 2019, 2020 e 2021 e dalle formazioni che negli stessi anni conquisteranno l'Europa League. Nel caso in cui una squadra dovesse ripetersi, sarà tenuto conto del ranking Uefa. Per il Sudamerica, invece, si qualificheranno le squadre che avranno conquistato la Libertadores negli stessi anni mentre le 4 vincitrici della Sudamericana disputeranno degli spareggi da cui uscirà la squadra che si giocherà con la rappresentante dell'Oceania l'ultimo pass disponibile per la fase a gironi.

VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO IN LIVE STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE        

On this day - Il Milan vince il Mondiale per Club (16 dicembre 2007)



News correlate

Torna su