Di Biagio alla guida della Nazionale: sarà solo un traghettatore?

Luigi Di Biagio è stato nominato ct per le due amichevoli di marzo: i motivi per i quali l'ex tecnico dell'Under 21 potrebbe essere confermato anche in futuro

Di Biagio alla guida della Nazionale: sarà solo un traghettatore?

Luigi Di Biagio è stato nominato commissario tecnico della nazionale fino a Giugno. Quello che sembra essere un traghettatore invista delle amichevoli contro Argentina e Inghilterra, potrebbe anche risultare un'ottima scelta per gli Europei del 2020.

Infatti l'ex commissario tecnico della nazionale under 21 avrebbe dalla sua un vantaggio niente male: conoscere già molti dei giocatori che oggi possono comporre la rappresentativa. Di Biagio non avrà la fama del grande allenatore, ma con l'Under 21 ha fatto un ottimo Europeo lo scorso anno e ha dimostrato di saper lavorare molto bene con i giovani.

Una delle più grandi colpe che è stata data a Giampiero Ventura è stata la scelta di non cambiare e di perseverare con le sue idee. Il neo tecnico potrebbe portare una ventata di aria fresca al gruppo e dovrebbe saper valorizzare al meglio i giocatori da lui avuti in passato come i vari Berardi, Insigne, Florenzi, Bernardeschi. Di Biagio ha dimostrato di essere un allenatore che non è ancorato alle sue idee e che quindi può cambiare se necessario. Ovviamente se al suo posto arriverà un allenatore come Conte, Mancini o Ancelotti la scelta sarà quella di rimandarlo ad allenare l'Under 21 ma, se non si potesse arrivare a questi nomi, mantenere Luigi di Biagio potrebbe essere la scelta  migliore da fare così da consentirgli di lavorare per due anni sul gruppo e poter proporre una rosa di tutto rispetto ai prossimi campionati europei.

Se ci pensate la rosa è composta da ottimi giocatori. Abbiamo molti portieri e difesori giovani e anche esperti. Anche a centrocampo ci sono molti giocatori giovani che giocano tiolari, o quasi in squadre di Serie A. Tanti esterni d'attacco che possono creare la superiorità numerica e attaccanti che possono essere micidiali se valorizzati al meglio. Questo discorso quindi porta ad una sola domanda. Ma come verranno schierati i giocatori, con quale formazione? Le opzioni sono tante, sicuramente la riproposizione della difesa a 3 con due attaccanti è l'opzione più svantaggiosa pechè non verrebbero valorizzati i molti esterni d'attacco che possediamo. Di Biagio non è uno stolto e sicuramente nelle amichevoli proverà molte fromazioni diverse per vedere con quali la squadra renderà al meglio. Non escluderei a priori il 4-4-2, perchè così si chiama, togliamoci dalla testa il 4-2-4. La formazione che ritengo essere la migliore sarebbe il 4-3-3 o, se proprio la difesa a 3 garantirà più sicurezza alla fase difensiva, un 3-4-3.

Una cosa è certa: la nostra nazionale non può fare a meno dei tanti esterni d’attacco che possediamo e questo il CT lo sa molto bene. Di Biagio ora come ora è un traghettatore, ma rimarrà tale?



RIPRODUZIONE RISERVATA Copyright Sportnotizie24

Protected by Copyscape




News correlate

Torna su