Ancelotti apre all'Italia: "La Nazionale non è un'ipotesi lontana, ma serve tempo..."

L'ex tecnico di Milan e Juventus, a sorpresa, ha aperto all'ipotesi di sedersi sulla panchina della Nazionale italiana

La  ferita per la mancata qualificazione ai prossimi mondiali che si terranno in Russia è ancora molto forte e in casa Italia continua la ricerca del prossimo Commissario tecnico che guiderà gli azzurri.

Alessandro Costacurta è al lavoro per individuare il profilo più adatto a rilanciare la Nazionale e nel frattempo ha promosso Gigi Di Biagio alla guida della Nazionale maggiore: sarà infatti proprio l’ex selezionatore dell’Under 21 a sedersi in panchina nelle sfide amichevoli contro Inghilterra e Argentina.
A giugno poi, con ogni probabilità, la Nazionale italiana avrà un nuovo C.t., ma al momento la situazione appare ancora piuttosto nebulosa: dopo l’addio di Ventura, il nome di Carlo Ancelotti era quello che veniva accostato con più insistenza all’Italia, ma lo stesso interessato aveva allontanato questa ipotesi.

Da quel momento sono iniziati a circolare diversi nomi, con 3 candidati in cima alla lista: Antonio Conte (ipotesi difficile da realizzare), Roberto Mancini e Claudio Ranieri.

A sorpresa arrivano le parole di Ancelotti che apre all’Italia

Quando il nome di Carlo Ancelotti sembrava ormai essere tagliato fuori dalla lista dei possibili candidati a sedersi sulla panchina dell'Italia, ci ha pensato lo stesso ex allenatore di Juventus e Milan a sorprendere tutti, rientrando di fatto in corsa. Intervenuto ai microfoni di “Radio Anch’io Sport” in onda su Radio Rai infatti, Ancelotti ha aperto all’ipotesi di sedersi sulla panchina azzurra: “È ancora presto per prendere decisioni definitive. Conosco molto bene Costacurta e penso che in questo momento per la Nazionale sia necessario aspettare. È giusto che la Nazionale si sia presa del tempo, anche per avere la possibilità di valutare il lavoro di Di Biagio in queste settimane. Io sulla panchina dell’Italia? Non è un’ipotesi lontana, con Costacurta siamo legati, lo sentivo anche prima che diventasse vicecommissario. La mia idea sarebbe quella di allenare tutti i giorni e solo per quello continuo a nutrire dei dubbi. Poi sono ancora sotto contratto (con il Bayern Monaco n.d.r.), come altri allenatori che in questo momento non possono essere contattati. Serve ancora un po' di tempo".

Costacurta: "Ct? Mancini, Conte o Di Biagio"



News correlate

Torna su