Pirlo tra Coppa Italia e futuro: "Colloqui con Nazionale e club. Su Gattuso..."

L'ex centrocampista di Milan e Juventus ha rilasciato dichiarazioni interessanti sul suo futuro e sulla finale di Tim Cup di cui sarà uomo copertina

Con le sue qualità sopraffine, la sua visione di gioco a 360 gradi in mezzo al campo e i suoi piedi educati ha fatto sognare migliaia e migliaia di tifosi, tra cui quelli di Milan e Juventus negli anni in cui la sua parabola calcistica aveva raggiunto l'apice. Andrea Pirlo verrà sempre ricordato per le sue gesta senza eguali nella zona nevralgica del rattangolo verde e quelle punizioni che sono diventate un esempio per le nuove leve, un "must" da seguire in tutto il mondo. A pochi mesi dal suo ritiro dal calcio professionistico dopo la breve avventura in MLS alla corte dei New York City, il campione bresciano sarà ancora una volta protagonista, anche se non dal campo, in occasione della finale di Coppa Italia 2017/2018.

PIRLO TRA COPPA ITALIA E FUTURO

Andrea Pirlo avrà l'onore di essere l'ambasciatore dell'ultimo atto della Tim Cup in programma il prossimo 9 maggio allo stadio Olimpico di Roma poche settimane prima del suo addio definitivo al calcio che avverrà a San Siro. Novanta minuti che non potranno non ricordargli tutte quelle avventure passate con le due finaliste di questa edizione, Juve e Milan, che battaglieranno a caccia di un trionfo che lo stesso Pirlo ebbe l'onore di portare a casa con entrambe le casacche e posizionare accuratamente nella sua ricca bacheca di successi. Nel corso di un evento in Lega dedicato alla seconda competizione italiana per importanza, l'ex centrocampista ha rilasciato dichiarazioni interessanti su quello che sarà il suo futuro, trattando anche la finalissima di maggio.

"Vivrò la finale in maniera equidistante, anche perché devo portare la coppa. Spero sia una bella partita e vinca il migliore", le parole di Pirlo nella sede di Roma dell'organo del calcio italiano. Inevitabile la domanda su "cosa farà da grande" da parte dei giornalisti: "Non so, ho appena finito di giocare. Avrò il tempo di scegliere con calma. Ho avuto colloqui con tante persone, sia in Nazionale sia di club, ci sarà tempo per pensarci".

SULL'AMICO GATTUSO E SU JUVE-NAPOLI

Nel corso dell'intervista si parla anche dell'amico Gattuso e del suo splendido lavoro alla guida del Diavolo: "Non me lo aspettavo perché non l'ho mai visto allenare a questi livelli, però lo speravo per lui. Ha dimostrato in questi anni di saper fare l'allenatore". "Tutti pensavano all'inizio che portasse solamente grinta e temperamento, cose che aveva lui in campo, invece il Milan è una squadra che gioca bene al calcio ed è bella da vedere".

Infine due parole sul duello Juve-Napoli in campionato e il big match dello Stadium"Per il Napoli è decisiva, per la Juve no. Sarà una partita bloccata, il Napoli dovrà vincere per cercare di avvicinarsi, mentre la Juve farà la sua partita. Speriamo solo sia una bella partita, giocano due grandi squadre. Finché c'è una Juve così forte è dura per le altre, penso che sia la squadra più forte in Italia sarà dura batterla"

Da Ibra a Pirlo e Kakà, chi ha chiuso in MLS?

Da Ibra a Pirlo passando per Kakà. Un video interessante su coloro che hanno chiudo la propria carriera nel massimo campionato americano.



News correlate

Torna su