Stati Uniti, Canada e Messico ospiteranno i Mondiali di calcio 2026

Sarà la prima edizione a 48 squadre. Il connubio nordamericano ha battuto il Marocco per il quale aveva votato l'Italia. Soddisfazione di Donald Trump

Coppa del Mondo - Reuters

Coppa del Mondo - Reuters

Gli Stati Uniti, il Canada e il Messico ospiteranno la Coppa del Mondo di calcio maschile del 2026, quella che sarà la prima edizione a 48 squadre. La candidatura nordamericana ha battuto quella del Marocco, unica rivale, ottenendo 134 voti contro 65. A votare sono stati i membri della Fifa, l'organo di governo del calcio mondiale. I mondiali tornano così in Nordamerica dopo i campionati organizzati dagli Stati Uniti nel 1994 e dal Messico nel 1970 e nel 1986. Sarà il primo Mondiale disputato in tre Paesi e il Messico sarà il primo paese nella storia dei Mondiali di calcio ad ospitare tre edizioni. Tra i primi a congratularsi anche il presidente americano Donald Trump.

LA PRIMA VOLTA A 48 SQUADRE

Per la prima volta, sono stati i paesi membri della Fifa a votare per l'assegnazione dei mondiali, mentre in passato era stato il Comitato esecutivo a decidere. Dopo lo scandalo corruzione che aveva riguardato l'assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar, la Fifa ha così voluto rendere il processo il più trasparente possibile. Come detto, sarà anche la prima volta di un mondiale a 48 squadre, sedici in più di quelle che per esempio da domani saranno impegnate in Russia. Cambierà anche il formato: non più gironi con quattro squadre, ma sedici gruppi da tre, con la prima di ogni girone qualificata per gli ottavi: così facendo, il numero di partite aumenterà 'solo' da 64 a 80, consentendo alla manifestazione di essere disputata in 32 giorni. Sessanta partite su ottanta si disputeranno negli Stati Uniti, compresi tutti i quarti di finale, le semifinali e le finali per il primo e terzo posto. La finale si giocherà al MetLife Stadium, in New Jersey. Da segnalare che l'Italia ha votato per il Marocco.

LA SODDISFAZIONE DI DONALD TRUMP

Subito dopo l'annuncio, Carlos Cordeiro, presidente della federcalcio statunitense, ha commentato: "Ospitare la Coppa del mondo è un momento raro e importante per dimostrare che siamo tutti veramente uniti dallo sport". A fargli eco il 'collega' Steven Reed, numero 1 di Canada Soccer: "Un onore straordinario e un privilegio". Il messicano Decio de Maria ha invece aggiunto: "Grati della possibilità di dare vita alla nuova visione della Fifa per il futuro del calcio". Anche il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha subito commentato su Twitter: "Congratulazioni, è il frutto di un grande lavoro!".

ULTIMI VIDEO CALCIO ESTERO



News correlate

Torna su