Il trequartista turco non convince e sembra essere non troppo utile alla causa rossonera, a causa di un ruolo in realtà ancora da scoprire

Gennaro Gattuso ed il Milan non si sono ancora ripresi dallo shock subito a Benevento. Il pareggio dei sanniti, arrivato grazie al clamoroso goal del portiere Brignoli a gara praticamente chiusa, è stato un duro colpo da incassare per Rino Gattuso, nuovo tecnico della compagine lombarda, e per i tifosi. Il Benevento, con questo risultato, ha raccolto il primo punto in classifica, alla quindicesima giornata.L'occasione di riscatto per il Milan arriverà domenica prossima. I rossoneri affronteranno il Bologna. Sarà un match da non sottovalutare perché gli uomini di Donadoni hanno gli stessi punti del Milan in classifica, ovvero 21. Intanto qualcosa si muove anche sul mercato. 

Il trequartista turco, Hakan Calhanoglu sta vivendo attualmente un momento particolare in casa Milan. Tra problemi muscolari, prestazioni non buone e mal di pancia, la sua situazione è tutta da monitorare anche in vista di gennaio. Perché non può essere esclusa al cento per cento la possibilità di un addio già nella prossima sessione di mercato. Il Milan non vorrebbe, ma bisogna aspettare per capire. Come riportano i principali quotidiani sportivi, non c'è solo il Fenerbahçe su Hakan Calhanoglu. Il trequartista turco, 23 anni, è un'idea anche di Galatasaray e Trabzonspor, ma il Milan non ha nessuna intenzione di cederlo in prestito. Rino Gattuso, infatti, prima di lasciarlo andare, vorrebbe valutarlo con attenzione. In fondo il nuovo allenatore è arrivato da poco e, prima di bocciare alcuni suoi calciatori vuole verificare se possano o meno essere utili alla causa. Calhanoglu approdò in casa Milan in estate per ben 22 milioni più bonus. Nella sua ultima stagione al Bayer Leverkusen realizzò 7 reti in 22 partite disputando spesso ottime gare. Infatti Calhanoglu è stato un importante investimento del club rossonero, oltre 20 milioni, ma ha avuto problemi di ambientamento e soltanto nella gara di Vienna ha dato dimostrazione delle sue qualità. Uno come lui può avere mercato in Germania e in Turchia, ma non sarebbe semplice per il Milan rientrare rispetto a quanto investito.