Tensione tra il Milan e Donnarumma: ecco perché i rossoneri hanno bloccato Reina

Il rapporti tra il club di Via Aldo Rossi e l'entourage di Donnarumma sono giunti ai minimi termini e a giugno la separazione sembra inevitabile

Dopo diverse “guerre” e altrettante tregue, la storia d’amore tra Gianluigi Donnarumma e il Milan sembra arrivata davvero ai titoli di coda.
Se infatti sul terreno di gioco le cose per il club di Via Aldo Rossi sembrano essere tornare ad andare verso la direzione giusta, con la cura Gattuso che sta dando i suoi frutti, fuori dal campo il rapporto tra l’entourage del portiere rossonero e la dirigenza del Milan è arrivato ai minimi termini.

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del “Corriere dello Sport”, si tratta di un rapporto assolutamente inesistente, addirittura senza saluti né strette di mano.
Le due tregue sancite tra le parti – una in estate e l’altra durante il periodo natalizio – non sono bastate per far tornare il sereno tra Donnarumma ed il Milan. Per questo motivo dunque Massimiliano Mirabelli ha deciso di virare con decisione su Pepe Reina del Napoli – in scadenza di contratto il prossimo 30 giugno – offrendo al portiere spagnolo un ricco biennale (3-3,5 milioni di euro netti a stagione), più opzione per il terzo anno.

Milan, ieri Reina ha vissuto la prima giornata da “milanista”

Dopo il pareggio a reti bianche conquistato a San Siro contro l’Inter – che ha allontanato il Napoli dalla conquista dello scudetto – nella giornata di ieri Pepe Reina è rimasto a Milano e secondo quanto rivelato dal “Corriere dello Sport”, in mattinata ha svolto la prima parte delle visite mediche con il club rossonero, mentre nel pomeriggio, accompagnato dalla moglie Yolanda Ruiz, ha visionato alcuni appartamenti milanesi.

Ovviamente Reina non ha accettato il trasferimento nella Milano rossonera per fare il vice di Donnaruma ed anzi, il suo vice sarà il giovane Alessandro Plizzarri di ritorno dal prestito alla Ternana, giovane portiere sul quale il Milan punta molto.

Il Milan aspetta che Raiola porti un’offerta adeguata

Dunque il “sì” di Reina al Milan rappresenta il primo passo verso l’addio di Donnarumma al termine della stagione ed ora, con l’accordo in tasca per il portiere spagnolo, il club rossonero attende con serenità che Mino Raiola porti quell’offerta di almeno 60-70 milioni di euro in contati per la cessione numero uno milanista.

Nel frattempo il calciatore, ospite negli studi di Sky, nel corso della trasmissione EPCC, condotta da Alessandro Cattelan, ha ribadito i benefici apportati dal cambio di guida tecnica: “Adesso nel Milan c’è più equilibrio, siamo più compatti e prepariamo meglio le partite”. Dunque il Milan e Donnarumma remeranno nella stessa direzione fino a giugno, ma in estate, con ogni probabilità, le strade del portiere campano e del club rossonero sono destinate a separarsi.

Genoa 0-1 Milan, Giornata 28 Serie A TIM 2017/18



News correlate

Torna su