Thiago Silva chiama il Milan: 'Sarebbe bellissimo chiudere la carriera lì'

Il centrale brasiliano del Paris Saint Germain ha aperto alla possibilità di tornare al Milan prima o poi

Uno dei giocatori rimasto nel cuore dei tifosi del Milan, anche per i suoi successi in rossonero, è sicuramente il centrale brasiliano del Paris Saint Germain, Thiago Silva. Il giocatore, con un contratto in scadenza a giugno 2019, potrebbe lasciare il club francese il prossimo anno e, a quanto pare, la sua speranza è quella di chiudere la carriera proprio a Milano. Intanto il classe 1984 si appresta all'esordio con la propria nazionale al Mondiale in Russia, anche se dovrebbe partire dalla panchina visto che la coppia titolare di centrali sarà composta da Marquinhos e Joao Miranda.

LE PAROLE DI THIAGO SILVA

Il centrale brasiliano del Paris Saint Germain, Thiago Silva, in una lunga intervista concessa ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, ha parlato del suo sogno di chiudere la carriera al Milan, soffermandosi anche sulle attuali difficoltà della società rossonera e del tecnico, Gennaro Gattuso. Queste le sue parole:

Rapporto con il Milan: "Il Milan è nel mio cuore e lo sarà per sempre. Come potrei dirgli di no? Non è mai semplice parlare del futuro, ma nel calcio mai dire mai. Tutto è possibile. Tornare, magari per chiudere la carriera, sarebbe una cosa bellissima".

Su Gattuso: "L'uomo perfetto in questo preciso momento storico. Rino sta svolgendo un grandissimo lavoro, può essere il vero valore aggiunto".

Le difficoltà societarie dei rossoneri: "Sono un grande tifoso e seguo ogni vicenda con grande trasporto: il calcio italiano ed europeo ha bisogno del vero Milan. La strada sembra lunga purtroppo, ma certe problematiche sono da mettere in conto quando si cambia tanto: non è mai semplice per i giocatori, per la nuova dirigenza e, soprattutto, per il tecnico".

In cosa non è cambiato Gattuso: "Nella cattiveria agonistica. In questo è il solito Gattuso: grintoso, non molla mai, usa sia il bastone, sia la carota".

MILAN BLOCCATO

Milan che al momento è bloccato sul mercato, sia in entrata che in uscita in attesa di conoscere il verdetto dell'Uefa, che si pronuncerà sulla violazione dei termini del fair play finanziario dopo aver negato ai rossoneri sia il voluntary agreement che il settlement agreement. Gli unici due colpi messi a segno da Fassone e Mirabelli sono quelli di Ivan Strinic e Pepe Reina, che sono arrivati a parametro zero essendo in scadenza di contratto rispettivamente con Sampdoria e Napoli.

TI PIACE SCOMMETTERE SUL CALCIO? USA WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

TUTTI I GOL DELLA SERIE A

Tutte le azioni salienti e le reti di tutte le partite del campionato italiano di Serie A.



News correlate

Torna su