In casa Inter torna di moda il blucerchiato Bereszynski: Eder la chiave

Il DS dell'Inter, Piero Ausilio, ha fatto intendere che il mercato non è finito: le priorità sono il terzino destro e il centrocampista, si pensa allo scambio

Martins Eder - Reuters

Martins Eder - Reuters

In casa Inter, dopo la delusione del non riscatto di Joao Cancelo finito poi alla Juventus, si lavora al terzino destro. Tanti i nomi che si stanno valutando: da Florenzi che non ha ancora trovato l'accordo con la Roma per il rinnovo, a Vrsaljko che attualmente è impegnato con il mondiale in Russia. Un occhio vigile anche su Zappacosta, che potrebbe arrivare in cambio di Vecino al Chelsea. Non si perde d vista invece il profilo che gioca nella Sampdoria, Bartosz Bereszynski.

IL TERZINO DESTRO E' LA PRIORITA'

Il calciomercato dell'Inter, nonostante l'euforia dell'arrivo di Radja Nainggolan, non è al completo e lo sa bene il DS Piero Ausilio, facendo capire come alla rosa nerazzurra manchi ancora un terzino e un centrocampista importante. La priorità in questo momento è il terzino destro: nelle ultime ore è tornato di moda il difensore tutto fare della Sampdoria, ovvero Bartosz Bereszynski, calciatore polacco di 25 anni. Luciano Spalletti è rimasto colpito dalla sua duttilità, in quanto sa muoversi bene sia da terzino destro e centrocampista, che da terzino sinistro.

UNO SCAMBIO CON EDER 

L'Inter starebbe studiando per uno scambio con Eder, che ha già rifiutato il Villareal e Valencia, volendosi giocare tutte le sue chance durante il ritiro estivo. A questo punto i nerazzurri dovrebbero convincerlo ad accettare un ritorno alla Sampdoria. Il club di Corso Vittorio Emanuele resta vigile anche sull'asse con il Tottenham, da dove si attende l'arrivo di Dembelè per il centrocampo. Carvalho è l'alternativa, sul quale c'è il forte interesse del Betis. Mancano invece gli ultimi dettagli con il Bordeaux per poter ufficializzare l'arrivo di Malcom. L'offerta resta quella del prestito oneroso con diritto di riscatto, mentre i francesi sono fermi all'obbligo.

ULTIMI VIDEO CALCIO ITALIANO



News correlate

Torna su