Morata allontana i rumors di mercato: resta al Chelsea

L'attaccante spagnolo, accostato soprattutto a Milan e Juventus, resterà al Chelsea anche in questa stagione

Uno dei giocatori che sembrava destinato a non far parte del nuovo Chelsea di Maurizio Sarri è l'attaccante spagnolo, Alvaro Morata. Arrivato la scorsa estate dal Real Madrid per 65 milioni di euro, il giocatore ha deluso le aspettative con un rendimento non all'altezza, con sole 11 reti in 31 partite di Premier League.  Si è sussurrato di un possibile ritorno in Italia, con Juventus e Milan interessate a lui, ma negli ultimi giorni questi rumors si sono placati e Morata è destinato a restare a Londra anche in questa stagione.

MORATA E IL POSSIBILE ADDIO AL CHELSEA

All'inizio di questa sessione di calciomercato sembrava scontato l'addio al Chelsea di Alvaro Morata. L'attaccante spagnolo ha dato l'impressione di non essersi ambientato a Londra visto il suo rendimento e si parlava di un possibile ritorno in Italia, anche per essere più vicino alla famiglia. Tra le squadre interessate c'era il Milan che, però, alla fine ha deciso di virare su Gonzalo Higuain. L'argentino, ironia della sorte, sembrava dovesse essere il sostituto dello spagnolo. Alla fine nulla di tutto ciò, con Morata che è rimasto a Londra e il Pipita accasatosi in rossonero. Anche l'ipotesi di un ritorno alla Juventus sembra esere tramontata definitivamente negli ultimi giorni.

LE PAROLE DI MORATA

L'attaccante del Chelsea, Alvaro Morata, ha fatto chiarezza, intervistato ai microfoni del Mirror, parlando della sua vita privata e della sua carriera:

I due figli: "Leonardo è il più calmo, mentre Alessandro è un po' più pazzo (i nomi dei due figli, ndr). Già dopo pochi giorni si vedono le differenze di carattere. Adesso il mio unico pensiero è il gol, poi penso solo a tornare a casa dai miei figli e da mia moglie".

Sul mercato: "La cosa più semplice sarebbe stata lasciare il Chelsea, potevo tornare in Italia ad un'ora di distanza dalla casa di mia moglie. Avrei potuto far ritorno anche in Spagna, avevo tante offerte, ma volevo combattere e cambiare il passato. Altrove avrei avuto meno pressioni, ma ho scelto di restare".

Le difficoltà dello scorso anno: "Avevo un blocco mentale, non volevo parlare e ascoltare nessuno. Volevo solo stare a casa. Non credo fosse depressione, ma sicuramente qualcosa di simile".

TI PIACE SCOMMETTERE SUL CALCIO? USA WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

ULTIMI VIDEO SUL CALCIO ESTERO

Gli ultimi video, le analisi, le statistiche, le interviste, le curiosità e le notizie di mercato sul calcio estero.



News correlate

Torna su