Il Real Madrid batte ancora il PSG: i blancos volano ai quarti di Champions

Al PSG non riesce la rimonta contro il Real Madrid al Parco dei Principi nel ritorno degli ottavi di Champions League: i blancos s’impongono anche in Francia

Il Real Madrid mette le cose in chiaro. Per togliere la corona di Campioni d’Europa ai blancos servirà comunque una grande impresa. Quella che non è riuscita al PSG di Emery che, dopo aver perso per 3-1 al Bernabeu, è stato sconfitto da Ronaldo e compagni anche al Parco dei Principi per 2-1. Le reti tutti nella ripresa ad opera di Cristiano Ronaldo, Cavani e Casemiro.

LA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, Unai Emery per questa sfida deve rinunciare al solo Neymar, per il resto tutti a disposizione. Nel tridente offensivo spazio per Di Maria, Cavani e Mbappé, con Pastore e Draxler pronti a subentrare. A centrocampo spazio per Verratti e Rabiot, con Motta a completare il terzetto. In difesa vecchie conoscenze del calcio italiano come Daniel Alves e Thiago Silva. Per Zidane c'è il recupero dalla squalifica di Dani Carvajal, così come Modric e Kroos dagli infortuni muscolari subiti nei giorni scorsi. Tuttavia le loro condizioni non sono delle migliori, col tecnico francese che decide dunque di non mandarli in campo, preservandoli in panchina. Modulo 4-4-2 con Lucas Vazquez e Asensio sulle fasce, Benzema e Ronaldo di punta. A centrocampo con Casemiro c'è Kovacic.

Primo tempo, poche emozioni ma è Areola a salvare due volte il PSG

Il primo tempo inizia con le due squadre molto attente a non concedere spazi alle rispettive ripartenze avversarie. Nel primo quarto d’ora accade poco o nulla, tuttavia al 18’ il Real Madrid sfiora il vantaggio: sugli sviluppi di un corner, Asensio serve Sergio Ramos in area che calcia senza pensarci, trovando la respinta di Areola con un ottimo riflesso. Sul pallone vagante si avventa Varane che manda altissimo. Il PSG non riesce quasi mai a sfondare, attentissimi i blancos nel reparto difensivo e ben disposti sulle accelerazioni improvvise di Mbappé e Di Maria. Ma è ancora il Real Madrid a rendersi molto pericoloso al 32’, quando è Benzema a sprecare tutto: grave errore di Marquinhos che favorisce la ripartenza del francese in campo aperto. Il numero 9 dei Blancos cerca un tocco preciso in area ma Areola salva con il piede. Al 41’ arriva anche la prima chance del PSG: bel pallone filtrante di Verratti per Di Maria che raccoglie la sfera e calcia in diagonale. Keylor Navas però si allunga e blocca. Parigini ancora pericolosissimi al 43’ con Mbappé: il francese sfonda la linea difensiva del Real e calcia a rete, ma Navas è bravissimo a deviare in angolo. Grandi recriminazioni al centro per Cavani che era tutto solo davanti alla porta sguarnita. 

Secondo tempo, segna subito Ronaldo e per il PSG è notte fonda

Il secondo tempo si apre con il PSG proiettato in avanti, ma è il Real Madrid a gelare il Parco dei Principi e passare in vantaggio al 52’ con Ronaldo: errore di Dani Alves in fase di costruzione, recupera Asensio che porta palla e serve nello spazio Lucas Vazquez. Il cross dello spagnolo è perfetto per il portoghese che di testa batte Areola. A quel punto è notte fonda per il PSG, costretto a segnare addirittura tre reti solo per pareggiare e mandare la sfida ai tempi supplementari. Al 60’ Emery effettua il primo cambio inserendo Pastore per Thiago Motta, passando al modulo 4-2-3-1. Al 66’ però per il PSG si mette anche peggio, perché Marco Verratti viene ammonito per la seconda volta e viene espulso. Il centrocampista italiano protesta in maniera troppo vibrante contro Brych per un mancato fischio ai suoi danni e viene allontanato. Tuttavia il PSG, prima rischia di subire il 2-0 quando Asensio colpisce un palo, poi al 71’ arriva inaspettato l’1-1: azione d'angolo per i parigini, colpo di testa di Thiago Silva e palla che incoccia Casemiro. Altra carambola sul ginocchio di Cavani e Navas battuto. Zidane corre ai ripari, inserendo prima Kroos per Kovacic e Bale per Benzema. Ma per il PSG è troppo tardi, anzi è il Real Madrid a segnare il 2-1 che chiude i conti all’81’: Ronaldo entra in area e serve un pallone per un compagno. Rabiot rinvia malissimo servendo Casemiro. La sua conclusione impatta contro il corpo di Marquinhos e spiazza Areola. Il match finisce qui, col Real che sfiora anche il tris con Vazquez all’84’ con lo spagnolo che colpisce un palo. Finisce 2-1 per il Real Madrid, dalle parti di Parigi il discorso Champions League è ancora rimandato.


DIRETTA STREAMING - VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO IN LIVE STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE   

PSG, NEYMAR PARLA DEL RECUPERO DI NEYMAR (VIDEO)

Ultime notizie Champions League

  • 19 settembre 2018
  • 19 settembre 2018
  • 19 settembre 2018
  • 19 settembre 2018
show


News correlate

Torna su