La Juventus vola ai quarti di finale! Higuain e Dybala stendono il Tottenham

La Juventus, col brivido finale del palo di Kane al 90', espugna Wembley e si qualifica ai quarti di finale di Champions League

Impresa Juventus a Wembley, bianconeri che superano 2-1 il Tottenham a Londra e si qualificano per i quarti di finale di Champions League. Primo tempo brutto e chiuso sotto 1-0 per la rete di Son, secondo tempo griffato dai sigilli di Higuain e Dybala tra il 64' e il 67'.

LA PARTITA - Sul fronte formazioni ufficiali, Pochettino per questa sfida deve rinunciare ad Aurier squalificato, al suo posto sull'out di destra in difesa ci sarà Trippier, e all'infortunato Alderweireld. Al centro spazio per Sanchez e Vertonghen, con Davies a sinistra. Mediana a due con Dier e Dembele, mentre in avanti Kane è supportato da Son, Eriksen e Alli. Allegri, assente Mandzukic, passa al 4-4-1-1 a cui è spesso ricorso quest’anno. Con Higuain punta centrale, Dybala alle sue spalle, con centrocampo formato da Douglas Costa, Khedira, Pjanic e Matuidi sulla fascia sinistra come a Napoli. Davanti a Buffon, il ballottaggio sulla destra è vinto da Barzagli su Lichtsteiner e De Sciglio. In mezzo Benatia e Chiellini, con Alex Sandro a sinistra.

Primo tempo, svista di Marciniak e rigore negato alla Juventus

Il match inizia con un Tottenham molto propositivo e subito pericoloso al 4': grande giocata di Kane sulla trequarti che difende palla e allarga a sinistra per Son, il coreano punta e salta Barzagli calciando col mancino e impegnando Buffon in una bella respinta. Il Tottenham gioca in maniera offensiva e al 15' arriva una grande chance: Kane, lanciato, brucia Chiellini in velocità, salta anche Buffon e col destro chiude a rete, mettendo però sull'esterno della rete. Al 17' è però la Juventus a recriminare: accelerazione di Douglas Costa sulla destra, Vertonghen interviene in scivolata colpendo il brasiliano, ma per Marciniak e l'assistente addizionale non c'è fallo. Incredibile l'errore dell'arbitro polacco.

Tottenham avanti con Son al minuto 39

I padroni di casa sono sempre molto pericolosi, specie con Son: il coreano al 20' è chiamato in causa dal cross di Trippier, ma Buffon respinge a due mani il suo colpo di testa. La Juventus fatica moltissimo a costruire gioco, affidandosi quasi esclusivamente a un Douglas Costa in serata di grande vena. Tottenham ancora pericolosissimo però al 38': il coreano viene lanciato sulla sinistra, Barzagli è superato, Son salta anche Chiellini ma il suo sinistro in diagonale termina a fil di palo. La Juve si salva, ma non al 39': azione tambureggiante degli Spurs, Trippier recupera un pallone vagante sulla destra e mette in mezzo, Son sul secondo palo colpisce in maniera sporca e batte Buffon. La reazione della Juventus c'è, ma il destro di Pjanic dal limite al 42' termina a lato. Recriminazione a parte sul rigore, primo tempo della Juventus non all'altezza.



Secondo tempo, uno due terribile Higuain-Dybala

Il secondo tempo inizia senza cambi, ma è sempre il Tottenham ad essere più brillante, sempre primo sul pallone e con una Juventus che sembra in balia degli avversari. Allegri capisce che così non si può provare l'impresa, inserendo tra il 60' e il 62' Asamoah e Lichtsteiner per Matuidi e Benatia. Cambia che rimettono i bianconeri, questa sera in maglia gialla, sulla retta via. Al 64' la Juventus pareggia con Higuain: cross di Lichtsteiner, testa di Khedira e l'argentino, sul filo del fuorigioco, realizza il gol del pareggio con una zampata di destro. Il Tottenham sbanda e al 67' arriva anche il 2-1 di Paulo Dybala: Higuain fa un assist bellissimo per l'argentino, che scatta in posizione regolare: a tu per tu con Lloris non sbaglia e sigla la rete del vantaggio. Tottenham a quel punto eliminato, con Pochettino che si gioca le carte Lamela e Llorente. Gli ultimi minuti sono un assalto del Tottenham, con Allegri che inserisce Sturaro per lo stanchissimo Higuain. Il brivido finale arriva al 90': cross di Davies da sinistra, colpo di testa di Kane (partito in posizione di offside) e la palla va sul palo interno con Barzagli che poi spazza sulla linea. Finisce 2-1 dopo tre minuti di recupero, è festa Juventus.



Ultime notizie Champions League

  • 26 maggio 2018
  • 26 maggio 2018
  • 23 maggio 2018
  • 21 maggio 2018
show


News correlate

Torna su