Champions League, il Basilea espugna 1-2 l'Etihad ma non basta: City ai quarti

Dopo lo 0-4 dell'andata i Citizens cedono a sorpresa al Basilea davanti al proprio pubblico: vittoria d'orgoglio ma che non basta agli svizzeri

Grande sorpresa all'Etihad Stadium nell'ottavo di finale di ritorno tra Manchester City e Basilea: forte del vantaggio maturato in Svizzera, i Citizens di Guardiola finiscono per prestare il fianco al club elvetico, che in rimonta s'impone 1-2 grazie alle reti di Elyounoussi e Lang ma non basta per ottenere i quarti. A Wembley successo importantissimo della Juventus con il medesimo risultato. Tottenham eliminato.

LA PARTITA - Tutto ormai deciso tra le due squadre dopo lo 0-4 dell'andata. Pep Guardiola ne approfitta per far rifiatare Aguero, sostituendolo con Gabriel Jesus nel tridente formato da Sané e Bernardo Silva. In mezzo al campo turno di riposo per De Bruyne e Silva: ci sono infatti il giovane Foden e Yaya Touré. Bravo invece sostituisce Ederson tra i pali. Solito 3-4-3 invece per Raphael Wicky, con Bua, Oberlin e Elyounossi a tentare di dare fastidio alla difesa avversaria e Riveros e Lang sulle fasce.

ELYOUNOUSSI RISPONDE A JESUS NEL PRIMO TEMPO

Dopo lo 0-0 privo di emozioni tra Liverpool e Porto ci si aspettava una partita per certi versi simile all'Etihad Stadium visto il confortante vantaggio creato nella gara d'andata da parte dei Citizens. Gli uomini di Guardiola però non si accontentano e in men che non si dica trovano subito la rete del vantaggio all'8': il solito Sané sfonda centralmente a grandi falcate servendo Bernardo Silva sulla fascia destra; il portoghese alza gli occhi e senza pensarci su due volte mette in mezzo teso per Gabriel Jesus, che sul secondo palo non fallisce il tap-in facile facile. Sotto di ben 5 reti visto lo 0-4 dell'andata il Basilea prova a reagire, non trovando di poco la porta con la conclusione da fuori di Oberlin sull'errore di Zinchenko. Al quarto d'ora Gundogan stecca il possibile 2-0 e dall'altra parte Elyounoussi non perdona pareggiando i conti: Riveros riesce ad inserirsi in area di rigore malgrado il pressing della difesa, palla in mezzo al norvegese che addomestica e calcia forte sorprendendo Bravo sul primo palo. 1-1 che motiva gli svizzeri, che malgrado il possesso palla prolungato dei Citizens si fanno rivedere in avanti al 39' proprio con Elyounoussi. Quest'ultimo viene assistito dalla sinistra e calcia verso i pali di Bravo trovando l'ottima risposta del portiere cileno. La prima frazione non regalerà altre emozioni.

LANG SORPRENDE IL CITY NELLA RIPRESA

Nel secondo tempo i ritmi sono assai blandi, con il City che non preme sull'acceleratore e Guardiola che ne approfitta per far esordire in Champions il diciottenne Brahim Diaz che prende posto in mezzo al campo a sfavore di Gundogan. Dall'altra parte anche Wicky inserisce forze fresche, con Stocker che sostituisce Bua. E al 71' succede l'inaspettato all'Etihad: Elyounoussi sul velluto mette in mezzo un gran pallone dalla destra per Lang, che non ci pensa su due volte battendo a rete e sorprendendo Bravo sul suo palo. Cileno non esente da colpe per il gol subito, ma il Manchester riparte e si lancia in avanti alla ricerca del pari. E' proprio il giovane Diaz a sfiorare il 2-2 da posizione defilata, con Vaclik che di piede mette in corner. Gli assalti finali dei Citizens però non portano frutto: con tanto orgoglio il Basilea espugna 1-2 Manchester senza però riuscire a passare il turno.

Guardiola: "Catenaccio Chelsea? Chiedete a Conte..." (VIDEO)

Ultime news Champions League

  • 26 maggio 2018
  • 26 maggio 2018
  • 23 maggio 2018
  • 21 maggio 2018
show


News correlate

Torna su