Champions League, colpaccio Siviglia a Manchester: Ben Yedder regala i quarti a Montella

Successo clamoroso degli spagnoli nel teatro dei sogni di Old Trafford: l'attaccante francese subentra a Muriel e stende Mou con una doppietta

Sorprendente colpaccio Siviglia a Manchester nell'ottavo di finale di ritorno di Uefa Champions League 2017/2018: dopo lo 0-0 dell'andata lo United favoritissimo per il passaggio del turno finisce clamorosamente sconfitto 2-1 dai Rojiblancos di Vincenzo Montella: l'Aeroplanino lancia nella mischia Ben Yedder nel secondo tempo e quest'ultimo lo premia con una doppietta decisiva.

LA PARTITA - José Mourinho non si discosta dal 4-2-3-1, scegliendo come sempre Lukaku al centro dell'attacco, con il belga supportato da Rashford, Sanchez e Lingard sulla trequarti. In mediana sorpresa Fellaini in coppia con Matic, mentre Pogba viene relegato in panchina. Modulo speculare per Vincenzo Montella: l'ex tecnico rossonero punta su Luis Muriel unico terminale offensivo, mentre dietro di lui spazio alla fantasia di Correa, Vazquez e Sarabia. Banega e N'Zonzi in regia.

TANTE OCCASIONI MA RETI INVIOLATE NEL PRIMO TEMPO

Gara subito calda quella di Old Trafford, con il Manchester United intenzionato a mettere subito i brividi al Siviglia. Lukaku e Valencia mettono subito i brividi alla retroguardia avversaria, con l'esterno ecuadoriano che su punizione costringe alla deviazione in corner un attento Sergio Rico. Anche i Rojiblancos però si affacciano dalle parti di De Gea, ma prima Muriel, poi Vazquez non trovano lo specchio della porta al quarto d'ora. Gli spagnoli sembrano avere maggiori idee nella prima frazione e lo dimostra il bel suggerimento di Sarabia per il diagonale di Muriel di poco fuori. Poco più tardi ci proverà dal limite anche Fellaini, ma l'estremo difensore spagnolo è bravo a dire di no a una manciata di minuti dal termine dei primi 45'.

COLPACCIO SIVIGLIA NELLA RIPRESA

Prima parte di gara ricca di occasioni da una parte e dall'altra, con le due squadre che però non riescono a sbloccare la sfida a proprio favore. Nella ripresa è ancora il Siviglia a rendersi pericoloso con Correa arginato in maniera provvidenziale da Bailly in area di rigore. Al 52' è invece Rico a superarsi con una super parata sul diagonale velenosissimo di Lingard dalla destra. Mourinho intanto corre ai ripari inserendo forze fresche: Pogba preleva Fellaini in mezzo al campo. Ed è proprio il francese a provarci al 71' con una conclusione che però si spegne alta. Intanto anche Montella corre ai ripari inserendo Ben Yedder a sostituzione di un Luis Muriel comunque propositivo. Sarà l'episodio decisivo, perché in appena un minuto (73') il francese di origini tunisine confeziona la rete qualificazione: palla sanguinosa persa dai Red Devils in mezzo al campo, Vazquez riceve sulla trequarti e verticalizza tempestivamente per Yedder, il quale si aggiusta il pallone in area e lo piazza li dove De Gea non può arrivare col destro. Mourinho passa dunque ad un assetto più offensivo, ma appena quattro minuti e Ben Yedder trova clamorosamente la doppietta personale: su calcio d'angolo De Gea si fa trovare impreparato sul colpo di testa del numero 9, non riuscendo a mettere in corner la sfera che tocca la parte bassa della traversa insaccandosi in maniera beffarda in rete.

Colpaccio Siviglia a Old Trafford, ma lo United ci crede e accorcia le distanze con la mezza rovesciata di Lukaku all'85'. Non basta però, perché il triplice fischio arriva inesorabile e permette a Montella e i suoi di volare ai quarti insieme alla Roma vittoriosa 1-0 sullo Shakhtar.

Valverde: "Conte non mi innervosisce" (VIDEO)

Le parole di Ernesto Valverde alla vigilia dell'ottavo di finale di ritorno Barcellona-Chelsea



News correlate

Torna su