Barcellona ai quarti di Champions: nulla da fare per il Chelsea di Conte

Il Barcellona strappa il pass per i quarti di finale di Champions League, superando il Chelsea al Camp Nou con un Messi show

Il Barcellona non fa sconti al Chelsea di Antonio Conte e si qualifica per i quarti di finale di Champions League. Al Camp Nou, dopo l'1-1 del match di andata, i blaugrana vincono nettamente per 3-0, con la doppietta di Leo Messi e il timbro di Dembélé (Quarti Champions League 2018: quando si giocano).

LA PARTITA - Sul fronte formazioni, Ernesto Valverde non cambia il modulo che sta facendo le fortune del Barcellona e dunque confermato il 4-4-2 ma con una sorpresa. In campo dal primo minuto Dembélé sulla fascia destra al posto di Paulinho. Parte titolare anche Iniesta con Messi e Luis Suarez di punta. Antonio Conte, invece, sceglie praticamente lo stesso undici della gara d'andata fatta eccezione per l'ex Pedro che si siede in panchina. Dunque niente falso nueve e dentro Giroud, supportato da Willian e Hazard.

Primo tempo, Messi e Dembélé stendono i Blues in 20 minuti

Il match inizia subito a mille e il Barcellona al 3' passa subito in vantaggio: è Leo Messi a iniziare l'azione fuori l'area di rigore, poi con una serie di rimpalli il pallone arriva sui piedi di Suarez che di tacco serve di nuovo il numero dieci. L'argentino defilato sulla destra e praticamente sul fondo campo trova un angolo impossibile, Courtois non ci fa una gran figura e Camp Nou che può subito asultare. Il Chelsea reagisce al 12': Willian arriva al tiro dal limite dell'area, ma il suo diagonale viene bloccato in presa bassa da Ter Stegen. I Blues provano a rimettere in sesto la partita, ma al 21' il Barcellona va anche sul 2-0: perde palla Fabregas, Messi la conquista a centrocampo salta due avversari e premia sulla destra in area di rigore l'arrivo di Dembélé. Il francese scarica un collo pieno che finisce sotto la traversa, freddando ancora Courtois. A quel punto i blaugrana controllano e sfiorano anche il tris con Suarez. Ma nel finale di tempo è il Chelsea a sfiorare in almeno due circostanze la rete che riaprirebbe i giochi. Al 38' è Kanté a sprecare tutto, con una conclusione che va clamorosamente fuori da ottima posizione. Poi al 46' ci si mette anche la sfortuna: Alonso con il mancino da calcio di punizione trova l'incrocio dei pali a Ter Stegen battuto.



Secondo tempo, il Chelsea ci prova ma Messi chiude i conti

La ripresa si apre con una buona occasione per il Barcellona, con Suarez che, dopo un rinvio errato di Courtois, calcia col sinistro costringendo il portiere belga alla parata. Il Chelsea comunque ci prova con grande orgoglio, protestando al 49': Alonso va giù in area di rigore tra le proteste dei londinesi che chiedevano il calcio di rigore, ma l'arbitro Skomina non assegna il penalty. Gli ospiti spingono, così Valverde in pochi minuti effettua due cambi, inserendo Paulinho per Iniesta e poi André Gomes per Busquets. Al 64' però il Barcellona trova la rete del 3-0 con la solita firma di Messi: Suarez arriva fino al limite, poi scarica alla sua sinistra per Messi che supera in velocità due avversari e batte Courtoiscon un diagonale mancino che passa sotto le gambe del belga. Il match a quel punto non ha più molto da dire, col Chelsea che cerca comunque la rete della bandiera, che sarebbe anche meritata per quanto fatto vedere dai ragazzi di Conte. Ancora una volta però è un legno a fermare il Chelsea, con Rudiger a colpire di testa e far tremare il palo. Finisce così, 3-0 per il Barcellona e blaugrana ai quarti.

VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO IN LIVE STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE




News correlate

Torna su