Juventus-Real Madrid 0-3: Ronaldo show all'Allianz Stadium, bianconeri travolti

Nel match di andata dei quarti di finale di Champions League, il Real Madrid dilaga all'Allianz Stadium infliggendo un pesante passivo alla Juventus

Standing ovation per Ronaldo al minuto 64'. La rete del 2-0 con una spettacolare rovesciata, gli applausi dell'Allianz Stadium: la miglior fotografia di Juventus-Real Madrid è questa. Finisce 3-0 per i blancos, passati subito in vantaggio con la rete di Ronaldo dopo 3 minuti, poi dilaganti con la straordinaria rovesciata del portoghese e il tris di Marcelo.

LA PARTITA - Sul fronte formazioni ufficiali, Allegri manda in campo i suoi col modulo 4-4-2 o 4-2-3-1 che dir si voglia. Davanti a Buffon spazio per De Sciglio, Barzagli, Chiellini e Asamoah. A centrocampo il duo in mediana è composto da Khedira, mentre Douglas Costa, Dybala e Alex Sandro a sostegno di Higuain. Dall'altra parte Zidane schiera gli stessi 11 mandati in campo dall'inizio a Cardiff: davanti a Keylor Navas, ci sono Carvajal, Varane, Ramos e Marcelo. A centrocampo Casemiro vertice basso, Kroos e Modric mezz'ali. In avanti è Isco il trequartista con Benzema e Ronaldo tandem offensivo.

PRIMO TEMPO, LA SBLOCCA SUBITO RONALDO

Il match parte subito senza fase di studi, dato che il Real Madrid al 3' è già in vantaggio grazie, manco a dirlo, di Cristiano Ronaldo: azione stupenda dei blancos,  Marcelo serve Isco sulla sinistra, cross dello spagnolo e zampata vincente del numero 7 che sigla l'1-0 col destro a trafiggere Buffon. Stadium gelato e Juventus subito sotto. I bianconeri reagiscono e al 6' con Dybala si rendono pericolosi, ma Ramos è bravissimo in scivolata a chiudere in corner. La squadra di Allegri è costretta ad attaccare e al 22' è Navas a salvare i blancos: punizione perfetta di Dybala al centro, Higuain calcia col piatto destro da posizione ravvicinata, ma il costaricano respinge provvidenzialmente. Il match è comunque molto equilibrato, con la Juventus che si rifà pericolosa al 34': avanzata di De Sciglio sulla destra che poi effettua un tiro cross che né Dybala né Higuain riescono a deviare a rete. Ma è ancora il Real Madrid al 36' a sfiorare il 2-0: Benzema appoggia per Kroos, il tedesco scarica un destro violentissimo che colpisce in pieno la traversa a Buffon battuto. Poco dopo altra occasione per la Juventus: corner di Dybala, Chiellini è solo ma di testa sbaglia tutto, poi Higuain recupera e crossa ma Varane allontana anticipando Barzagli che avrebbe battuto a porta vuota. Nel finale la Juventus protesta due volte per episodi dubbi in area di rigore: prima per un tocco col braccio di Casemiro, poi per una caduta di Dybala, ma per Cakir non ci sono gli estremi del rigore. Anzi l'argentino viene anche ammonito per simulazione.



SECONDO TEMPO, ROVESCIATA STRAORDINARIA DI RONALDO

Il secondo tempo si apre con una grande occasione ancora per il Real Madrid: azione a percussione di Ronaldo e Benzema, il francese vince un rimpallo con sfera che torna al portoghese, diagonale col destro e palla di pochissimo a lato. La reazione della Juventus arriva al 52', ma sull'uscita di Navas il sinistro di Bentancur termina alto. Poco dopo cartellino giallo pesante per Sergio Ramos, ammonito e diffidato (al pari di Bentancur). Al Bernabeu il capitano del Real non ci sarà perché squalificato. Ma il Real Madrid trova il 2-0 con un clamoroso gol di Ronaldo: dopo un'indecisione tra Chiellini e Buffon, Ronaldo tocca per Vazquez che impegna il portiere bianconero. La palla finisce a destra per Carvajal che scodella al centro, il numero 7 s'inventa una clamorosa rovesciata che lascia di sasso Buffon e tutto lo stadio. Palla in rete e tribuna dell'Allianz Stadium e non solo che può solo applaudire il gesto tecnico del portoghese (il video gol di Ronaldo in rovesciata).

DYBALA ESPULSO, TRIS DI MARCELO

La Juventus esce di scena, anche perché Dybala viene ammonito per la seconda volta al 66', lasciando in dieci i bianconeri. Al contrario il Real Madrid non si ferma e al 72' arriva anche il 3-0 con Marcelo: scambio del brasiliano con Ronaldo e palla in rete dopo aver superato Buffon con un pallonetto. Il match finisce qui, Allegri manda in campo Mandzukic e Cuadrado. Ma non c'è molto da fare, il Real Madrid ha già ipotecato il passaggio alle semifinali.





News correlate

Torna su