Roma-Barcellona, Di Francesco: "Abbiamo il dovere di crederci, vogliamo il miracolo"

Dopo il 4-1 subito a Barcellona, la Roma di Eusebio Di Francesco cerca di compiere l'impresa allo stadio Olimpico

La sconfitta subita in casa contro la Fiorentina ha rappresentato un duro colpo per l'ambiente giallorosso, ma ora l'attenzione di tutti in casa Roma è rivolta alla sfida contro il Barcellona di Leo Messi.

Il 4-1 subito nel match del Camp Nou rappresenta una pietra (quasi) tombale sulle ambizioni di qualificazione della Roma alle semifinali di Champions League, ma in casa giallorossa si vuole provare a compiere l'impresa, con l'appoggio dei tifosi che hanno risposto presente e accorreranno in 60.000 allo stadio Olimpico.
Per la sfida contro Messi e compagni, Di Francesco potrà nuovamente contare su Under, ma dovrà rinunciare ancora una volta a Perotti.

Roma-Barcellona, Di Francesco chiede il miracolo

Intervenuto alla vigilia della sfida, Eusebio Di Francesco ha voluto presentare la sfida dell'Olimpico, provando a caricare l'ambiente in vista di una partita che si preannuncia davvero complicata: "Dopo il 4-1 dell’andata, siamo chiamati a dare una risposta a tutti. La gente che domani sarà allo stadio per sostenerci potrà essere la nostra arma in più : dovremo però saperli trascinare con una prestazione emotiva, sportiva, tecnica. Questa partita va affrontata con i migliori, poi penseremo al derby. Dobbiamo credere in qualcosa di importante. Dobbiamo affrontare la sfida contro il Barcellona con amore, domani è l’occasione di dimostrare di voler fare qualcosa di importante. Dobbiamo sperare di compiere il miracolo. Sarà difficilissimo, ma abbiamo il dovere di provarci. Dobbiamo crederci, in casa siamo stati una squadra, fuori abbiamo concesso di più. Anche il Barcellona magari fuori ha fatto meno bene rispetto a quanto è capace di fare al Camp Nou. Cercheremo di togliere le linee di passaggio a Messi, in qualsiasi posizione di campo si trovi".

Roma-Barcellona, Di Francesco fa chiarezza sulla "questione allenamento" e parla di Under e Perotti

Il tecnico giallorosso ha voluto chiarire il suo pensiero in merito alle polemiche che a Roma erano montate dopo le dichiarazioni rilasciate dallo stesso Di Francesco dopo Roma-Fiorentina: "Voglio cogliere l’occasione per chiarire le mie dichiarazioni perché a Roma è facile mettere tutti contro tutti: le mie parole erano riferite all’ultimo allenamento in cui ero arrabbiato. Abbiamo fatto un allenamento sulle conclusione in porta e facevamo pochi gol. Le cose che possono sembrare facili e semplici, poi le riporti in partita. Il fatto che si dica che la squadra non faccia ciò che voglio, non è vero".

Il tecnico dei giallorossi ha poi parlato di Schick, Under e Perotti: "Schick potrà avere spazio. Ha nel Dna la possibilità di segnare, potranno giocare lui o Under. Under lo valuteremo definitivamente oggi, se tutto dovesse andare bene, sarà tra i convocati. Perotti non verrà convocato, difficile vederlo al derby, ma c’è ancora speranza".

Di Francesco si sfoga: "Mi girano perché..."

Dopo la sconfitta rimediata contro la Fiorentina allo stadio Olimpico, Eusebio Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa e non ha nascosto il suo disappunto.



News correlate

Torna su