Manchester City, Guardiola deferito dalla Uefa: rischia un lungo stop

Il tecnico del Manchester City è stato deferito dalla commissione disciplinare della Uefa per un'infrazione del regolamento compiuta ieri durante la sfida contro il Liverpool

Non un gran momento per Pep Guardiola e per il suo Manchester City. Dopo la sconfitta nel derby contro il Manchester United, patita in rimonta, e l’eliminazione dalla Champions League per mano del Liverpool arrivata attraverso un doppio ko, arriva una tegola personale anche per l’allenatore dei Citizens. La commissione disciplinare della Uefa, infatti, ha deciso di aprire un provvedimento nei confronti dell’allenatore spagnolo. Guardiola il prossimo 31 maggio verrà esaminato e interrogato per condotta impropria, dopodiché si saprà esattamente per quanto e se verrà fermato.

Guardiola rischia fino a quattro giornate di squalifica

Il deferimento è arrivato in seguito all’allontanamento patito dal tecnico catalano per mano dell’arbitro del match contro i Reds Antonio Mateu Lahoz. Guardiola non ha gradito il gol ingiustamente annullato a Sané, che avrebbe potuto propiziare una rimonta, al 42’ minuto e per questo motivo ha protestato in maniera abbastanza veemente, venendo allontanato dall’area tecnica. Al centro del provvedimento disciplinare non ci sarebbe però l’espulsione, bensì un’irregolarità commessa dopo: Guardiola, nonostante l’espulsione, ha continuato a comunicare con il suo staff tecnico e con la squadra, cosa privata dall’articolo 69 del regolamento disciplinare della Uefa.

Un’infrazione apparentemente innocente, ma che sempre stando al regolamento potrebbe costare cara all’allenatore spagnolo. Guardiola potrebbe infatti essere fermato per quattro giornate che gli farebbero saltare una grossa fetta della fase a gironi della prossima edizione della Champions League.

Guardiola durissimo con l'arbitro nel postpartita

Anche nelle interviste post partita, ieri sera Pep Guardiola si è lamentato non poco della condotta dell’arbitro: “Il direttore di gara ha indirizzato la doppia sfida favore del Liverpool - ha esordito -. Il secondo gol era buono e sarebbe stato tutto diverso, come per le due reti in fuorigioco segnate all’andata. In questa coppa l’influenza degli arbitri è importante. E il City è stato pesantemente penalizzato”.

Dichiarazioni che stridono un po’ con quanto dichiarato nel marzo 2016, quando eliminò la Juventus con il suo Bayern Monaco con qualche episodio arbitrale a favore dei bavaresi: “Eh no, così non si fa. La Juventus è troppo grande e troppo forte. Quando il Bayern perde con il Real o con il Barcellona, va a complimentarsi con gli avversari. Gli stringe la mano e accetta la sconfitta. Forse c’era un gol in fuorigioco, ma questo è il calcio, a volte queste cose succedono, non bisogna lamentarsi”. Insomma, nella vita è tutta questione di prospettive.

VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO IN LIVE STREAMING, MA ANCHE TANTI ALTRI SPORT? ECCO LA SOLUZIONE

Klopp: "A Manchester per finire il lavoro" (VIDEO)

Tutta la fiducia di Jurgen Klopp alla vigilia della sfida dei quarti di Champions contro il Manchester City.



News correlate

Torna su