La Roma si rianima nel finale, ma è 5-2 Liverpool: all'Olimpico servirà una nuova impresa

La Roma rende meno amaro il risultato finale, provando a dare un senso al match di ritorno: finisce 5-2 per il Liverpool, con le reti giallorosse arrivate negli ultimi dieci minuti

Finisce male l'andata della prima semifinale di Champions League per la Roma. Vittoria netta del Liverpool che vince per 5-2 ad Anfield Road dopo i primi novanta minuti grazie ad una prestazione da manuale di Salah e Firmino. Giallorossi che però almeno hanno tenuto aperta la contesa con i due gol finali firmati da Dzeko e Perotti.

LA PARTITA - Sul fronte formazioni ufficiali, Di Francesco deve rinunciare solo a Defrel. Nel modulo 3-4-2-1, spazio ad Alisson tra i pali giallorossi. Il modulo è lo stesso di quello utilizzato contro il Barcellona, con difesa a tre composta da Fazio, Manolas e Jesus. A centrocampo spazio per Florenzi, De Rossi, Strootman e Kolarov. Nel tridente offensivo il ballottaggio tra Under e Schick viene vinto dal turco, con Nainggolan a supportare Dzeko. Klopp va a confermare il modulo 4-3-3. Davanti a Karius, spazio alla linea a quattro con Alexander-Arnold, Lovren, Van Dijk e Robertson da destro verso sinistra. A centrocampo saranno in campo Chamberlain, Henderson e Milner, mentre in avanti solito tridente temibilissimo con Salah, Firmino e Mané.

La Roma parte bene e con grande personalità, con i giallorossi subito pericolosi: Kolarov scende a sinistra e verticalizza in area per Dzeko. Il bosniaco fa sponda fuori area per Strootman, che calcia forte con il mancino ma trova Karius pronto alla presa. Il Liverpool è in partita e al 6' risponde: corridoio trovato da Salah per Firmino, dal vertice destro dell'area l'attaccante calcia un tiro-cross che si perde a lato sul lato opposto. Al 16' i Reds perdono per infortunio Chamberlain (problema al ginocchio destro), al suo posto dentro Wijnaldum. La Roma continua ad attaccare e al 19' sfiora il vantaggio: Florenzi dalla bandierina, con palla messa fuori, il sinistro di Kolarov è potente, Karius valuta male ma tocca la sfera che incoccia la traversa. Dal 29' in poi, inizia un'altra partita che il Liverpool domina in lungo e largo. Tutto inizia con Mané che si divora il vantaggio, lanciato in campo aperto davanti ad Alisson spara alto. Al 36' però, dopo un altro paio di pericoli, il Liverpool passa in vantaggio: ripartenza con Firmino che allarga per Salah, l'egiziano controlla e con un sinistro a giro perfetto batte Alisson. I giallorossi sbandano, Lovren colpisce una traversa di testa al 38', poi al 45' arriva anche il 2-0: Firmino salta Manolas a centrocampo, servendo Salah, perso da Juan Jesus. Davanti ad Alisson l'egiziano si inventa uno stupendo tocco sotto e Anfield può esplodere ancora.



SECONDO TEMPO, IL LIVERPOOL IMPERVERSA

Il secondo tempo si apre con un cambio nella Roma e Schick a prendere il posto di Under. Ma l'ardore del Liverpool è di un altro livello, l'intensità anche e per la Roma è notte fonda. La squadra di Eusebio Di Francesco non riesce mai a contrastare le avanzate dei Reds che al 56' fanno 3-0: pallone verticale di Alexander-Arnold alle spalle della difesa giallorossa, Salah scatta e arrivato dentro l'area mette in mezzo per Mané che fa tris. Roma in tilt totale e al 61' è 4-0 in fotocopia: Salah punta e salta Jesus troppo facilmente, altro assist in mezzo e Firimino mette dentro a porta vuota. Di Francesco inserisce Gonalons per De Rossi e Perotti per Jesus, ma al 69' ancora Firmino di testa, su azione d'angolo fa 5-0.

NEL FINALE LA ROMA SI SCUOTE

Quasi all'improvviso la Roma si scuote e all'81' arriva l'1-5: Nainggolan lancia un pallone piuttosto morbido, che trova però Lovren distratto. La palla passa e Dzeko, a tu per tu con Karius, non sbaglia aprendo il piattone. Adesso è il Liverpool ad accusare colpo e fatica e all'84' arriva anche un rigore per i giallorossi: tocco di mano di Milner sulla conclusione volante di Nainggolan da limite. Dal dischetto Perotti apre il piatto, palla sotto l'incrocio e rete del 2-5. Il finale di partita è intenso, con la Roma che prova addirittura a trovare anche il tris. Ma finisce 5-2 per il Liverpool, al ritorno servirà una nuova impresa stile Barcellona.




News correlate

Torna su