Roma-Liverpool, Di Francesco carica: "Vogliamo fare qualcosa di grande"

La Roma deve ribaltare il 5-2 subito dal Liverpool in quel di Anfield Road: impresa complicatissima ma Eusebio Di Francesco ci crede

La Roma giallorossa è pronta a colorare lo stadio Olimpico a festa. Ci sarà ancora una volta il pubblico delle grandissime occasioni per Roma-Liverpool, ritorno delle semifinali di Champions League. La sconfitta per 5-2 di una settimana fa in quel di Anfield Road costringe la Roma a mettere in scena ancora una super rimonta, come quella fatta col Barcellona. Difficilissimo, ma non impossibile. Ed è questo quello che il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, sta inculcando ai suoi ragazzi e a tutto l'ambiente. La rimonta è impossibile, per entrare nella storia e presentarsi il 26 maggio nella finale di Kiev (leggi l'arbitro di Roma-Liverpool e i precedenti).

DI FRANCESCO CREDE NELLA RIMONTA

In conferenza stampa Eusebio di Francesco ha subito precisato, stuzzicato sulle differenze con la sfida al Barcellona: "Incontriamo una squadra totalmente differente dal punto di vista tattico e di mentalità. Molto meno votata al palleggio e che ama andare in verticale. Cambia tantissimo dal punto di vista tattico ma niente dal punto di vista motivazionale. Vogliamo fare qualcosa di grande".

Sull'approccio da avere al match e sulla formazione: "Non c'è niente di scontato sulla formazione. Abbiamo giocatori assenti e meno pedine del solito, però non c'è niente di deciso. Sarà una partita molto importante per il suo approccio sia in difesa che in attacco. Bisogna fare tre gol e vanno unite le due cose. Dobbiamo dare meno profondità agli avversari, anche se è un tema più giornalistico che tattico. Il rischio di dare qualche contropiede ci sarà sicuramente e noi dobbiamo metterlo in conto. Strootman? Difficilmente sarà della partita".

Di Francesco ha ribadito il concetto, poco più tardi, su cosa si aspetta dalla sua squadra: "Noi giochiamo una partita in semifinale con 70mila persone allo stadio. Vi aspettate una squadra arrendevole? Io voglio vedere l'entusiasmo e il desiderio di andare oltre l'ostacolo. Poi potrà finire con qualsiasi risultato, ma io voglio vedere questo. Una squadra che abbia il desiderio e la voglia di rimontare. Poi potrà finire 4-1 per una delle due, o anche 0-0. Questo non m'interessa, dobbiamo lottare su ogni pallone".

LEGGI IL PRONOSTICO DI ROMA-LIVERPOOL

LE PAROLE DI NAINGGOLAN

In conferenza stampa era presente anche Radja Nainggolan. Il belga ha risposto così, a chi gli chiedeva sull'andamento del match di andata: "Non siamo stati concentrati per tutta la gara e squadre come questa ti fanno male. Dobbiamo mantenere la concentrazione per i 95 minuti e ribaltare il risultato. Era difficile col Barcellona e sarà difficile col Liverpool. Sarà più difficile che  contro i catalani perché il Liverpool è più fisico. Dobbiamo provare a segnare tre gol senza commettere errori in difesa".

SCOMMETTI SU ROMA-LIVERPOOL

ECCO I BOOKMAKERS CHE OFFRONO UN BUON BONUS

WILLIAM HILL - UNIBET

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - gioca responsabilmente

Roma-Liverpool, 3 ragioni per crederci

I motivi e i numeri che devono spingere la Roma a credere nella grande rimonta contro il Liverpool.



News correlate

Torna su