William Hill IT Italiano

Il Real Madrid è in finale di Champions League: basta un pareggio contro il Bayern

Il Real Madrid è per la terza volta consecutiva in finale di Champions League, grazie al pareggio ottenuto al Bernabeu contro il Bayern Monaco

Il Real Madrid conquista la sua terza finale di Champions League consecutiva, la 16a in totale considerando anche la Coppa Campioni, pareggiando per 2-2 al Santiago Bernabeu contro il Bayern Monaco, dopo aver vinto 2-1 a Monaco di Baviera. Le Merengues hanno saputo colpire i bavaresi nei momenti giusti, tra andata e ritorno, e difendere il risultato a denti stretti. A Kiev sarà sicuramente presente la formazione di Zinedine Zidane. 

LA PARTITA - Sul fronte formazioni ufficiali, Zidane schiera i suoi col modulo 4-4-2 in cui Benzema e Ronaldo sono le due punte. Davanti a Navas, difesa a quattro con Lucas Vazquez, Ramos, Varane e Marcelo. A centrocampo linea a quattro con Modric, Kovacic, Kroos e Asensio. Heynckes schiera il suo Bayern Monaco con una formazione iper offensiva. C'è Alaba sull'out di sinistra con Kimmich terzino destro. Davanti a Hummels e Boateng ci sono Thiago Alcantara e Tolisso: l'unica punta è Lewandowski, alle sue spalle Muller, James Rodriguez e Ribery. 

PRIMO TEMPO, BENZEMA RISPONDE A KIMMICH

Il match inizia subito su ritmo altissimi e col Bayern che al 3' passa in vantaggio: Muller riceve sulla destra e crossa verso il centro dell'area. Sergio Ramos aggancia al volo ma lascia lì il pallone, il più lesto è Kimmich che da pochi passi col destro batte facilmente Navas. La reazione del Real Madrid è veemente, con i blancos che trovano l'1-1 all'11': grandissima azione di Marcelo che salta Kimmich, guadagna il fondo e crossa verso il centro. Benzema si stacca sul secondo palo, elude l'intervento di Alaba e insacca con un colpo di testa. Il Bayern continua a fare la partita, ma il Real si rende ancora pericoloso al 27': gran palla di Cristiano Ronaldo per Marcelo, ma il brasiliano invece di provare la conclusione in porta, prova a mettere in mezzo, trovando l'opposizione in corner. Una grande chance capita anche ai bavaresi al 33': slalom di Hummels che poi serve Lewandowski. Il polacco calcia in porta trovando la risposta di Navas. Il pallone si impenna con Muller che viene stoppato da Marcelo nell'area piccola, poi rriva in corsa James Rodriguez che col sinistro da due metri mette clamorosamente alto. Al 45' arrivano le prime vibranti proteste nei confronti dell'arbitro Cakir. A recrminare è il Bayern Monaco al 45': azione che si svilupp a destra, Kimmich mette in mezzo ma trova la deviazione in corner di Marcelo, che però arriva col braccio sinistro largo. Un rigore che sembra netto, ma non per l'arbitro turco.



SECONDO TEMPO, ANCORA GOL E SPETTACOLO

Il secondo tempo si apre in maniera incredibile e clamorosa. Erroraccio di Ulreich che liscia un retropassaggio rischioso di Tolisso. Il portiere del Bayern tentenna troppo sulla pressione di Benzema, scivola e permette al francese di realizzare il sorpasso a porta vuota per il 2-1 Real Madrid. Il Bayern Monaco si riprende comunque velocemente da questa "mazzata", con Navas che al 51' salva in maniera prodigiosa un destro di Alaba dal limite. Tuttavia anche il Real può recriminare, quando Ronaldo tutto solo davanti a Ulreich, sul crosso di Marcelo, mette col destro a lato un gol fatto. Il Bayern spinge e al 62' fa 2-2: cross dalla destra di Sule, conclusione al volo di James Rodriguez che trova l'opposizione di Varane. Lo stesso colombiano arriva per primo sul pallone a trafigge in diagonale Keylor Navas. Il match torna in equilibrio, a quel punto serve solo un gol al Bayern per andare in finale. I bavaresi spingono e Navas al 74' evita il peggio con una gran parata sulla girata di Tolisso. Zidane manda in campo Casemiro e Bale, per Kovacic e Benzema. Nel finale di match, il Bayern Monaco prova un assalto totale alla porta di Navas, ma senza riuscire a trovare il guizzo vincente.




News correlate

Torna su