Il Real Madrid trionfa ancora: terza Champions League di fila in cassaforte!

Il Real Madrid batte 3-1 il Liverpool, approfittando anche dei clamorosi errori del portiere dei reds Karius: per i blancos arriva la 13esima affermazione tra Coppa Campioni e Champions Leagye

Il Real Madrid vince ancora la Champions League, la 13esima della sua storia contando ovviamente anche la Coppa Campioni, vincendo 3-1 la finale di Kiev contro il Liverpool. Per i blancos si tratta del terzo successo consecutivo, un recordo assoluto.

LA PARTITA - Sul fronte formazioni ufficiali, in casa Real Madrid è perfettamente recuperato Cristiano Ronaldo che gioca titolare nel modulo 4-3-1-2 assieme a Benzema e con Isco alle loro spalle. In difesa davanti a Keylor Navas ci sono Carvajal, Varane, Sergio Ramos e Marcelo, mentre a centrocampo spazio per Modric, Casemiro e Kroos. In casa Liverpool largo a Karius tra i pali, difesa composta da Alexander-Arnold, Lovren, Van Dijk e Robertson. A centrocampo spazio per Wijnaldum, Henderson e Milner, mentre l’attacco è affidato al terzetto Salah-Firmino-Mané.

PRIMO TEMPO, INFORTUNI PER SALAH E CARVAJAL

Il match inizia subito su ritmi altissimi, soprattutto per merito di un Liverpool scatenato. I Reds pressano altissimo e costringono il Real Madrid sulla difensiva. Tuttavia i blancos trovano qualche spazio per ripartire come al 16': Carvajal serve sulla corsa destra Cristiano Ronaldo che entra in area di rigore e calcia con la sfera che termine di un soffio oltre la traversa della porta di Karius. La risposta del Liverpool non si fa attendere e arriva al 23': giocata di Milner a sinistra che serve in area di rigore Firmino che tutto solo calcia trovando l'opposizione di Sergio Ramos, sul pallone si avventa Alexander-Arnold che lascia partire il destro secco trovando la grande risposta di Keylor Navas. Al 26' arriva però l'infortunio di Salah, con l'egiziano trascinato a terra da Setgio Ramos. L'egiziano cade male sulla spalla sinistra, dovendo dare forfait alla mezz'ora in preda a dolore, lacrime e rabbia. Al suo posto dentro Lallana, ma poco dopo arriva il problema muscolare per Carvajal, con Zidane costretto a inserire Nacho. Anche per lo spagnolo lacrime per dolore e rabbia. Nel finale di tempo il Real Madrid trova la rete, ma Benzema viene pescato in fuorigioco: traversone di Isco per il colpo di testa di Ronaldo che trova la parata di Karius e sulla respinta aveva insaccato il francese ma in posizione irregolare.



SECONDO TEMPO, GOL E SPETTACOLO A KIEV

Il secondo tempo regala grande spettacolo. A cominciare dal 48', quando Isco si divora il vantaggio: pallone di Marcelo che viene deviato sfortunatamente da Lallana che serve Isco, il numero 21 tutto solo in area di rigore calcia colpendo la traversa della porta di Karius. Al 51' però Real Madrid in vantaggio dopo un clamoroso errore di Karius: il portiere tedesco con la sfera tra le mani prova a servire subito Van Dijk, il pallone però viene intercettato da Karim Benzema che realizza a porta vuota. Solo quattro minuti e il Liverpool pareggia: calcio d'angolo battuto da Milner per la testa di Lovren che stacca su Ramos, il pallone prima che giunga a Navas viene deviato in maniera decisiva in spaccata da Mané. Al 62' Zidane manda in campo Bale per Isco, mossa azzeccatissima perché il gallese poco dopo s'inventa il 2-1: traversone di Marcelo da sinistra, Bale s'inventa una rovesciata in area di rigore clamorosa che batte Karius. Il Liverpool reagisce ancora con Mané, con l'attaccante senegalese che dal limite esplode il suo sinistro al 70', colpendo un clamoroso palo. Al minuto 84' arriva però un secondo "orrore" di Karius: tiro non potentissimo e centrale dai trenta metri di Bale che trova la topica del portiere del Liverpool che manda nella sua porta. Finisce 3-1 per il Real Madrid, per il Liverpool e Karius serata amarissima.




News correlate

Torna su