Roma, Di Francesco: 'Santon un esempio. Dzeko va coccolato, Kluivert potrebbe giocare dall'inizio'

Il tecnico giallorosso ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions League contro il Viktoria Plzen

Vigilia di Champions League in casa Roma, che domani affronterà il Viktoria Plzen nel match valido per il gruppo G, allo stadio Olimpico di Roma alle ore 21. Una gara che i giallorossi non possono fallire dopo essere stati sconfitti in casa del Real Madrid per 3-0. La squadra di Eusebio Di Francesco, inoltre, ha dato importanti segnali di ripresa nell'ultima settimana dopo un periodo molto delicato, con le due vittorie consecutive ottenute in campionato, contro Frosinone e Lazio, che ha permesso ai capitolini di scalare la classifica, portandosi a ridosso della zona Champions, a 9 punti. Arbitro del match sarà il polacco Pawel Raczkowski, coadiuvato dagli assistenti Michał Obukowicz e Tomasz Listkiewicz e dal quarto uomo Radosław Siejka. Tomasz Musiał e Tomasz Kwiatkowski saranno gli arbitri addizionali.

Le probabili formazioni di Roma-Viktoria Plzen.

ROMA, PARLA DI FRANCESCO

Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Viktoria Plzen. L'ex allenatore del Sassuolo ha sottolineato l'importanza di voltare pagina dopo il successo ottenuto contro la Lazio, anche per rimettersi in corsa per il passaggio del turno in Champions League. Queste le sue parole:

Equilibrio fondamentale: "Ai miei calciatori ieri ho ribadito solo un concetto e ho detto loro di restare equilibrati, bisogna lavorare e dare continuità a quanto fatto. L'equilibrio adesso è fondamentale, dobbiamo dare continuità al gioco di squadra".

Sui moduli: "Io sto lavorando sia al 4-2-3-1 che al 4-3-3, spesso dipende anche dagli avversari".

La scelta di Kolarov di giocare sabato nonostante l'infortunio: "Assolutamente si. E' uno di quei giocatori in dubbio per domani, ma sabato è stato un grande".

Su Olsen: "Lui viene da un campionato e da un calcio totalmente differente, prima il suo primo pensiero era quello di cercare l'attaccante lungo. Ha lavorato tanto in questo senso e adesso sta giocando sempre di più con i piedi. Sta lavorando anche sul posizionamento, deve essere bravo a lavorare un po' più alto. Ma dal punto di vista della disponibilità sono molto contento".

Su Dzeko: "Deve ritrovare solo il gol, a parte 10 minuti in cui non è stato bravo nel gestire la palla ha fatto bene ed è stato determinante sul primo gol. E' un attaccante che va anche un po' coccolato, è troppo importante per noi e sono sicuro che ritroverà la via del gol".

LE SCELTE DI FORMAZIONE

Di Francesco ha parlato anche delle scelte di formazione per domani sera:

Su Kluivert: "Potrebbe giocare anche dall'inizio".

Il trequartista nel 4-2-3-1: "Certo, dipende dalle caratteristiche dei giocatori. Pastore fa meno inserimenti e cerca di più gli spazi tra le linee, così come Coric, perché cerca la giocata per i compagni. Gli altri, Pellegrini, Cristante o Zaniolo, invece danno più continuità sia in copertura che in fase di possesso e ricercano di più il gol".

Su Nzonzi: "E' in grande crescita, era arrivato qui e non si era mai allenato. Ma gli allenamenti sono importanti e l'esempio lampante è Santon, che non aveva mai giocato un minuto e poi ha giocato due gare per 90 minuti. L'aspetto fisico e l'allenamento è alla base della prestazione, senza fisico, tecnica e mente non si va da nessuna parte".

Su Luca Pellegrini: "E' sempre una idea Luca Pellegrini, ma deve continuare a lavorare con grande umiltà. E' un ragazzo che ha 15 minuti in Serie A, non è detto che nelle prossime gare non possa esordire dal primo minuto. Ma dipende sempre da lui, spesso la formazione non la fanno gli allenatori ma i calciatori col loro atteggiamento".

TI PIACE SCOMMETTERE SUL CALCIO? USA WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE



News correlate

Torna su