Champions da urlo, Insigne mette ko il Liverpool al 90': l'Inter espugna Eindhoven

Il Napoli vince con pieno merito contro il Liverpool e fà esplodere di gioia il San Paolo, mentre l'Inter di rimonta batte 2-1 il PSV Eindhoven

La seconda giornata di Champions League si chiude, per le squadre italiane, con grandi risultati. Dopo le vittorie di Juventus e Roma, arrivano anche quelle preziosissime di Napoli e Inter. Gli azzurri di Ancelotti battono 1-0 il Liverpool di Klopp con la rete di Insigne al 90', i nerazzurri di Spalletti vincono in rimonta in Olanda, battendo 2-1 il PSV con i sigilli di Nainggolan e Icardi.

NAPOLI-LIVERPOOL 1-0

Carlo Ancelotti soprende ancora una volta tutti e schiera la sua squadra col modulo 3-5-2 in fase di costruzione, per diventare un 4-4-2 in fase di non possesso. C'è Maksimovic insieme a Koulibaly e Albiol in difesa, con Mario Rui e Callejon sugli esterni, con Hamsik, Allan e Fabian Ruiz a metà campo. Infine Milik e Insigne la coppia d'attacco. Il Liverpool di Klopp risponde col solito 4-3-3 con Salah, Firmino e Mané davanti. A centrocampo Henderson va in panchina, con il terzetto in mediana che vede in campo Keita, Milner e Wijnaldum.

Nel primo tempo tantissima intensità, scontri anche ai limiti del regolamento con un Kassai che appare ancora una volta non adeguato a questi livelli. La prima occasione da gol capita al Napoli con Insigne all'11': azione di ripartenza e palla a sinistra per Insigne che controlla e poi calcia in diagonale col mancino, palla che termina a fil di palo con Alisson proteso. Al 18' Keita accusa un problema fisico, al suo posto dentro Henderson. Il Liverpool fatica e subisce la pressione azzurra, con i partenopei ancora pericolosi con Milik al 34' che impegna Alisson con un sinistro che rimane troppo centrale.

NAPOLI SFORTUNATO, POI DECIDE INSIGNE

Il secondo tempo inizia con un Napoli molto aggressivo e pericoloso con un sinistro da fuori di Milik che Alisson respinge a fatica. Al 68' Ancelotti opera un doppio cambio, inserendo Verdi per Fabian Ruiz e Mertens per Milik. Il Liverpool col passare dei minuti prova a prendere campo, ma il Napoli riprende vigore e sfiora il vantaggio al 74': sugli sviluppi di un corner, Insigne imbecca Koulibaly a sinistra che mette al centro, Callejon conclude col piatto destro a volo, ma Gomez salva tutto. Il San Paolo "ruggisce" e spinge i suoi in avanti, ma ci si mette anche la sfortuna all'81': apertura a sinistra per Mario Rui. Cross di pregevole fattura, Mertens in area devia di mezzo stinco e spedisce sulla traversa per la disperazione anche di Ancelotti. Il Liverpool è sempre minaccioso in contropiede, come all'85' quando Ospina deve uscire alla disperata per anticipare in scivolata Salah. Ma al 90' arriva il strameritato vantaggio del Napoli: azione fantastica degli azzurri con Mertens che a sinistra tocca in mezzo per la corsa di Callejon, il cross basso dello spagnolo trova pronto Insigne alla deviazione in rete che fa esplodere di gioia il San Paolo. Finisce così, è delirio azzurro.


PSV EINDHOVEN-INTER 1-2

Spalletti schiera l'Inter col solito 4-2-3-1. Dopo il turn over attuato contro il Cagliari, c'è il ritorno di Perisic e Icardi dal primo minuto. Davanti alla difesa, inoltre, agiscono Brozovic e Vecino, al posto di Borja Valero e Gagliardini, quest'ultimo fuori dalla lista Champions. L'unico cambio rispetto a quanto visto contro il Tottenham nella prima giornata è rappresentato da D'Ambrosio al posto di Miranda, con Skriniar che torna al centro della difesa. Anche Van Bommel si affida al 4-2-3-1 confermando in blocco la squadra che tanto bene sta facendo in campionato e che è a punteggio pieno. Spazio a Lozano, Pereiro e Bergwijn sulla linea dei trequartisti alle spalle dell'unica punta, che è De Jong.

Nella prima frazione le due squadre si affrontano a viso aperto, anche se è il PSV Eindhoven, prima a rendersi pericoloso al 4' con Bergwijn, poi a passare in vantaggio al 27' con Rosario: Lozano manovra un pallone al limite sulla sinistra e serve in orizzontale il compagno, controllo e destro incrociato che s'infila sotto l'incrocio dei pali alla destra di Handanovic. L'Inter reagisce bene e al 44' Nainggolan trova la rete dell'1-1: inizia tutto da Asamoah, il cui tiro non viene tenuto da Zoet. Icardi si avventa sulla respinta, in leggera posizione di offside, il destro dell'argentino viene murato e alla fine la sfera arriva fuori area a Nainggolan che non ci pensa due volte e gonfia la rete.

SECONDO TEMPO, SEGNA ICARDI

Il secondo tempo si apre con Icardi subito pericoloso di testa, ma anche con Pereiro che colpisce un palo esterno con una botta dal limite. L'Inter soffre un po' gli attacchi olandesi, ma al 60' Icardi firma il vantaggio: l'argentino parte sul filo del fuorigioco, approfitta di un'uscita maldestra di Zoet che si scontra con Schwaab, depositando facilmente la palla in rete. I nerazzurri sembrano poter chiudere il match, ma nel finale il PSV si rende pericolosissimo prima con Viergever, poi col neoentrato Malena che costringe Handanovic ad un grande intervento al 79'. Finisce 2-1 per l'Inter.

INFO CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

TUTTE LE DATE DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

DOVE VEDERE LA CHAMPIONS LEAGUE 2018/2019 DIRETTA TV IN CHIARO

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019 CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

GIRONI E CLASSIFICHE CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019



News correlate

Torna su