William Hill IT Italiano

Tirreno-Adriatico 2018, seconda tappa a Kittel: maglia azzurra a Bevin

Patrick Bevin, grazie alla quinta piazza odierna, ha strappato la leadership nella generale al compagno di squadra Damiano Caruso

La 53a edizione della Tirreno Adriatico, aperta mercoledì con la cronosquadre di Lido di Camaiore vinta dalla BMC, è proseguita quest'oggi con la seconda tappa (la prima in linea) con partenza da Camaiore e arrivo a Follonica dopo 167 chilometri. E a mettere il sigillo ci ha pensato in volata Marcel Kittel lanciato a dovere dalla Katusha Alpecin. Cambia anche la classifica generale, ma solo con i piazzamenti odierni: infatti col quinto posto in volata, Patrick Bevin ha scavalcato il compagno di squadra Damiano Caruso prendendosi la maglia azzurra.

La tappa era stata presentata come adatta ia velocisti e le previsioni della vigilia non sono andate disattese. Una frazione caratterizzata dalla lunga fuga iniziata già dopo pochi chilometri da Sagiv (Israel Cycling Academy), Foliforov (Gazprom-Rusvelo), Bagioli (Nippo-Fantini) e Mosca (Wilier-SelleItalia). Rialzatosi quasi subito Bagioli dopo aver vinto il Gpm di Montemagno, gli altri tre fuggitivi hanno accumulato un vantaggio massimo di oltre 7 minuti. Fuga lunghissima dicevamo, ma terminata ai meno 10 km dall'arrivo. Poi Trek-Segafredo e Katusha a prendere in mano le operazioni della corsa, sino alla volata finale in cui Kittel ha bruciato nell'ordine Peter Sagan e Giacomo Nizzolo.

ORDINE DI ARRIVO: 1) Marcel Kittel (Katusha Alpecin) Km 172, in 4h12’24”, media Km 40,954; 2) Peter Sagan (Bora Hansgroe); 3) Giacomo Nizzolo (Trek Segafredo); 4) Michael Kwiatkowski (Team Sky); 5) Patrick Bevin (BMC Racing); 6) Mareczko; 7) Gaviria; 8) Van Poppel; 9) Grosu; 10) Consonni.

Subito ritirato Cavendish per la frattura della settima costola

Per il britannico Mark Cavendish la Tirreno-Adriatico di ciclismo è finita già dopo una tappa. Infatti il velocista britannico, caduto durante la cronosquadre a Lido di Camaiore, ha rimediato la frattura della settima costola sul lato destro, oltre a varie escoriazioni. A fermare l'ex campione del mondo su strada non sono stati i dolori, ma il fatto di essere arrivato fuori tempo massimo.

Per la giornata di venerdì è in programma la terz tappa, con partenza da Follonica e arrivo a Trevidopo 239 km. Sarà la tappa più lunga delle sette in programma, con un tracciato molto impegnativo e 4 Gpm da scalare, il primo a Roccastrada (leggi anche calendario, date e altimetrie delle sette tappe).

VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO, MA ANCHE TANTI ALTRI SPORT IN LIVE STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE 

ULTIMI VIDEO SPORT



News correlate

Torna su