Giro d’Italia 2018, decima tappa: capolavoro Yates, l’inglese vince ad Osimo

Ancora un capolavoro di Simon Yates, che stacca tutti nel centro di Osimo. Ecco il racconto dell'undicesima tappa

Ancora un’accelerazione, ancora un capolavoro. Simon Yates trionfa ad Osimo con una spallata nel finale a tutti i diretti concorrenti per la maglia rosa. Uno strappo, una fiammata che brucia le speranze residue di Froome e compagni. Chi vuole vincere il Giro deve fare i conti con il britannico. Bene Dumoulin, che ha provato a limitare i danni, male Fabio Aru: il sardo non ha trovato la giusta risposta al campione della Mitchelton-Scott. Ora la situazione si fa davvero complessa.

GIRO D’ITALIA 2018, IL RACCONTO DELL’11A TAPPA

Tantissimi scatti nella prima parte di gara, ma nessuno riesce a prendere il largo. Sul Passo Cornello vanno via Alessandro De Marchi e Luis Leon Sanchez e guadagnano qualche minuto sul gruppo maglia rosa. I due vengono raggiunti da Fausto Masnada (Androni Sidermec). Mirco Maestri (Bardiani CSF) ed Alex Turrin (Wilier Triestina) si accodano alla fuga e provano l’azione con il gruppetto al comando. A 33 km dal traguardo i cinque fuggitivi hanno un vantaggio di 2′ 10″ sul gruppo, ma nelle retrovie iniziano a ricucire lo strappo.

A 5 km dal traguardo Wellens prova a sorprendere tutti sullo strappo, ma il belga non riesce a fare la differenza. E ad Osimo arriva il capolavoro di Simon Yates: l’inglese parte a 2 km dal traguardo, Dumoulin prova a reagire e a limitare i danni. Ma Yates non molla: tappa e ancora abbuoni, con Formolo in terza posizione. Pozzovivo quinto, Pinto settimo. Froome crolla ancora e arriva con 40’’ di distacco.

Yates, con l’ennesima spallata, ha ipotecato la maglia rosa. Domani si riparte da Osimo, si passerà anche da Ancona e Fano. TV a Pesaro, poi si passerà attraverso Forlì, per arrivare fino ad Imola. Tappa per velocisti, in attesa del Monte Zoncolan.

ULTIMI VIDEO SPORT

Rimani aggiornato con gli ultimi video sport proposti da Sportnotizie 24



News correlate

Torna su