Giro d’Italia 2018, domani si sale sullo Zoncolan

Domani si sale sul Monte Zoncolan: una salita dura, che segnerà questo giro d'Italia 2018

Una delle montagne più dure. Una delle salite più toste. E proprio qui su che si deciderà il Giro d’Italia 2018. Il monte Zoncolan è una delle salite più difficili e tecniche: è la salita più dura d’Europa e probabilmente del Mondo, almeno secondo quanto riportato dai professionisti. Pendenze massime che possono piegare le gambe, soprattutto dopo due settimane di Giro. Non sarà affatto semplice andare fino a su senza patirne le conseguenze. D’altronde lo stesso Simoni disse che la parte più semplice dello Zoncolan equivale a quelle più difficili sul Tour de France.

GIRO D’ITALIA 2018, IL MONTE ZONCOLAN

Si sale da Ovaro, una salita che permette poche disattenzioni. Ben dieci chilometri alla pendenza media del 12%, con il picco massimo sul primo versante sinistro al 22%. Primi due chilometri al 9.1%, poi la strada spiana leggermente e si inizia a salire al 15%, ben 4 chilometri con questa pendenza. Dal sesto chilometro ci sono duemila metri al 13%, gli ultimi due chilometri sono un pochino più in piano ma il dislivello è di 1200 metri.

TI PIACE SCOMMETTERE? REGISTRATI SUL MIGLIOR BOOKMAKER ONLINE - BET365 OFFRE IL 100% DI BONUS

Domani si sale ancora e non sarà per niente semplice. Lo Zoncolan, posto alla quattordicesima tappa, potrebbe davvero decidere il giro. Pendenze durissime, non sarà affatto semplice piazzare la zampata finale. Occhi puntati su Simon Yates, anche perché deve staccare Dumoulin: se riuscirà a piazzare la solita spallata, potrebbe succedere di tutto. Occhio però alla cronometro da Trento a Rovereto: sarà davvero difficile battere lo specialista olandese. E sicuramente cadrà qualcuno: chi non passerà sulla salita più dura?

ULTIMI VIDEO SPORT

Rimani aggiornato con gli ultimi video sport proposti da SportNotizie 24



News correlate

Torna su