Giro d'Italia 2018, le pagelle dello Zoncolan: Froome e Yates top, delude Aru

Capolavoro di Froome, Pozzovivo super. Aru delude tutti: ecco le pagelle dello Zoncolan

Una tappa clamorosa, con tantissimi spunti per le prossime frazioni. Clamoroso Chris Froome, un vero e proprio capolavoro sullo Zoncolan. Ma sul Kaiser si parla soltanto inglese: gran prova anche per Simon Yates, che piazza una bella spallata alla classifica generale. E Aru? Insufficiente, doveva dare la zampata giusta e invece è crollato nell’appuntamento migliore.

GIRO D’ITALIA, LE PAGELLE SULLO ZONCOLAN

Chris Froome 9 – Un capolavoro. La rinascita del britannico, che piazza una zampata unica. Ha allontanato le polemiche degli ultimi tempi con una grande azione e non è così impossibile ora vincere il Giro. Sarà difficile, ma la frullata è arrivata proprio sulla montagna più difficile. Mai dare per morto Chris.

Simon Yates 9 – Ancora Simon. Perde sulle pendenze più dure, poi si rimette in carreggiata e va avanti all’inferno. E tra le fiamme pedala e si riporta su Froome. Non lo prende, ma se fosse stata una salita leggermente più lunga, ci sarebbe potuto essere il ribaltone.

Domenico Pozzovivo 8 – Indomabile. Sta bene e ha la gamba. Non riesce a prendere Yates, ma è sempre lì. Non molla un centimetro, sale senza timore. Gran bel giro, gran bella tappa. Merita gli applausi, la sua azione è comunque ottima. E può ancora dire la sua.

Miguel Angel Lopez 7 – Buona prova anche per Lopez, che non molla un centimetro appena la strada sale. Non un’azione particolarmente efficiente, ma l’efficacia è quella che conta.

Tom Dumoulin 8 – Ancora una frazione più che soddisfacente. Limita i danni nella salita più dura e manca ancora la cronometro. Sale con il suo passo, non forza e gestisce. Un gran bel professionista, rischia il bis del Giro.

Richard Carapaz 5 – Non è in giornata e si vede. Crolla troppo presto, ci si aspettava qualcosa di più dal sudamericano. E domani sarà un’altra tappa davvero importante.

Fabio Aru 4 – Doveva fare qualcosa in più, ma non ci riesce. Crolla a sei chilometri dalla fine, abbandona tutti e dice addio al Giro. Nel momento più difficile la sua preparazione viene evidenziata. Ed è negativa, come il voto sullo Zoncolan.

ULTIMI VIDEO SPORT

Rimani aggiornato con gli ultimi video sport proposti da SportNotizie 24



News correlate

Torna su