Giro d’Italia 2018, 15ª tappa: Simon Yates ipoteca il successo a Sappada

La 15esima tappa del Giro d'Italia con partenza da Tolmezzo e arrivo in quel di Sappada, ha visto vincere la maglia rosa Simon Yates

La quindicesima tappa del Giro d'Italia 2018, con partenza da Tolmezzo e arrivo in quota in quel di Sappada, ha visto il successo di Simon Yates che condolida così il primato della classifica generale. Il britannico ha guadagnato 41 secondi, abbuono escluso, sui vari Dumoulin, Pinot e Pozzovivo, ben più indietro Froome staccatosi sulla penultima ascesa e arrivato a 1'33".

LA FUGA DI GIORNATA

Dopo pochi chilometri dal via e diversi tentativi, parte la fuga di giornata, a portarsi in testa sono stati i seguenti corridori: Nico Denz, Mickael Cherel e Quentin Jauregui (AG2R La Mondiale), Dayer Quintana (Movistar), Krists Neilands e Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy), Sacha Modolo (EF- Drapac), Antonio Nibali, Giovanni Visconti e Niccolò Bonifazio (Bahrain – Merida), Alexey Lutsenko (Astana), Davide Ballerini e Fausto Masnada (Androni – Sidermec), Alessandro De Marchi (BMC), Tosh Van der Sande (Lotto FixAll), Sam Bewley (Mitchelton – Scott),Gianluca Brambilla (Trek – Segafredo), Giulio Ciccone ed Enrico Barbin (Bardiani – CSF), Zdenek Stybar (QuickStep – Floors), Maurits Lammertink (Katusha – Alpecin), Diego Ulissi (UAE Team Emirates) e Matthieu Ladagnous (Groupama – FDJ). Il vantaggio massimo dei fuggitivi sul gruppo Maglia Rosa ha superato anche i 3 minuti. Gruppo che comunque ha tenuto sotto controllo la fuga.

Poi però il grandissimo lavoro della EF Drapac, che ha spinto a tutta ha ridotto il ritardo dai fuggitivi sotto i 2 minuti. Nel frattempo l'andatura "folle" del gruppo, mette in difficoltà sia Aru che Carapaz. Il sardo riesce comunque a rientrare prima di scollinare sul Passo Tre Croci. Davanti invece, quando mancano meno di 60 km al traguardo, si forma un gruppetto di fuggitivi composto da Visconti, Ciccone, Denz, Quintana e Cherel. A circa 2′ il gruppo Maglia Rosa guidato dalla Mitchelton-SCOTT. Ai meno 45 km dall'arrivo, il vantaggio della fuga si riduce a 1'40", sull'ascesa del Passo di San Antonio. Qui Fabio Aru perde contatto e va pianissimo quasi tentato dallo scendere dalla bicicletta. Crisi nera per il sardo. Davanti restano a comandare invece Ciccone e Denz.

LA FASE DECISIVA DELLA TAPPA

Ai meno 33 km dall'arrivo è il Team Sunweb a fare l'andatura in testa al gruppo, con Dumoulin a forzare la mano. Ciccone e Denz scollinano con un vantaggio di soli 32 secondi sul gruppo Maglia Rosa. Fuga destinata a chiudersi e invece il "calvario" di Aru prosegue scollinando con un distacco superiore ai 7 minuti dalla Maglia Rosa. All'inizio della salita di Costalissoio, Froome va in difficoltà e allora la maglia rosa non se lo fa dire due volte. Simon Yates dà un primo strappo ai meno 17km, poi raggiunto dà un secondo scatto, fatale per gli altri, staccando tutti. Yates scollina con 20 secondi su Carapaz, Miguel Angel Lopez, Pozzovivo, Pinot e Dumoulin. Più dietro il gruppo Froome a 1'06". Dietro non c'è accordo, così Yates vola verso la vittoria sul traguardo di Sappada.

TUTTE LE CLASSIFICHE DEL GIRO D'ITALIA 2018

ORDINE DI ARRIVO: 1. Yates, 2. Lopez, 3. Dumoulin, 4. Pozzovivo, 5. Carapaz, 6. Pinot.

CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA: 1. YATES Simon Philip MITCHELTON - SCOTT, 2. DUMOULIN Tom TEAM SUNWEB 2’11”, 3. POZZOVIVO Domenico BAHRAIN - MERIDA 02’28”, 4. PINOT Thibaut GROUPAMA - FDJ 02’37”, 5. LOPEZ MORENO Miguel Angel ASTANA PRO TEAM 4'27", 6. CARAPAZ Richard MOVISTAR TEAM 4'47", 7. FROOME ChrisTEAM SKY 04'52”.

Il calendario del Giro d'Italia 2018: percorso ufficiale, tappe e altimetrie

Giro 2018 - Froome rinasce sullo Zoncolan



News correlate

Torna su